Buondì! Oggi vi parlo di Labo Suisse Makeup, brand che ho avuto modo di provare e che oggi vado a recensirvi. Tra i prodotti della linea Filler makeup Labo, ho selezionato quelli che mi incuriosivano di più. In particolare ho scelto l’Ultra liquid foundation nella colorazione Ivory, il Fine eyeliner nella colorazione Blue ed il Long lasting lipstick nella colorazione Moka.


Labo Suisse Makeup & la linea Filler

La linea Filler makeup Labo è caratterizzata dal fatto di non avere le classiche composizioni da cosmetico. Sono infatti arricchite dalla presenza di acido ialuronico, capace di ringiovanire la pelle, rendendola più idratata e tonica. Labo ha sviluppato il complesso Fillerina, cioè 6 acidi ialuronici a diverso peso molecolare e quindi a diversa capacità di penetrazione. Ciò rende quindi i loro prodotti makeup al tempo stesso degli anti-età.

Il pack della linea Filler è molto bello e curato nei dettagli. Le confezioni interne ed esterne sono caratterizzate dal color oro caldo, dalla fantasia damascata e dalle scritte nere. Se le scatoline sono in normale cartoncino, il pack vero e proprio è degno di nota. Sono fatti in plastica resistente e per via del color oro e dell’effetto specchiato, sembrano quasi di metallo. Ma ve le mostro parlandovi di un prodotto per volta. Gli swatches ve li lascio tutti in fondo al post 😉

Ultra Liquid Fondation Ivory (39€)

La boccetta, pur essendo in plastica colorata, consente di vedere a che livello è il fondotinta vista la presenza di una finestrella su un lato. Personalmente lo apprezzo, vista la mia fissazione sul fatto di poter vedere a che livello sono i prodotti.

Il tappo è dotato di un contagocce, l’ideale per i fondi di questa consistenza. Nella parte alta del tappo c’è una sorta di bottone da premere per prelevare il prodotto. Purtroppo, però ho trovato un po’ scomodo questo contagocce. Ho provato altri prodotti con pack simile (fondotinta, sieri), ma nessuno di loro aveva la cannula così lunga ed instabile. Quando prelevo il fondotinta la sento dondolare. Non so se dipende dal mio o se è instabile in tutti i pack di questo prodotto.

L’Ultra liquid foundation oltre che essere arricchito dai 6 acidi ialuronici, contiene anche un fattore di protezione 25 che non fa mai male. La formula leggerissima ed ultra liquida, è priva di acqua. Una volta applicato si asciuga donando un aspetto mattificato, ma luminoso al viso. Sembra trasformarsi in polvere. Rispetto ad altri fondi della stessa tipologia, al tatto e sul viso (in fase di applicazione), lo percepisco più “grasso”, ma non in maniera fastidiosa.

Ho provato ad applicarlo in vari modi. Con il pennello a sezione piatta non mi fa impazzire. Non riesco a lavorarlo e mi sembra che resti sempre un po’ superficiale. Con il pennello a lingua di gatto è un macello: lo sposta, restano le righe in evidenza. Con la blender e con le mani la situazione migliora tanto, sono i miei due metodi preferiti.

La coprenza è bassa, ma può arrivare a media stratificandolo. In generale ne bastano poche gocce per tutto il viso. E’ un fondo che una volta asciutto, purtroppo, tende ad evidenziare le pellicine. Necessita forzatamente di essere fissato, altrimenti tende a depositarsi nelle linee d’espressione ed ai lati del naso. Fissato con una buona cipria, lucida dopo 3-4 ore. La cosa mi ha lasciata un po’ perplessa visto che è indicato come fondotinta ideale per pelli miste e normali. Forse per una pelle normale sì, ma per la mia pelle mista tende a lucidarsi e svanire troppo velocemente.


Fine Eyeliner Blue (20€)

Il pack del Fine eyeliner ha caratteristiche simili a quelle dell’Ultra liquid foundation, per cui non mi dilungherò granché. Anche qui troviamo pack in plastica oro, fantasia damascata e scritte nere. Il pennellino incorporato è fatto in setole ed è molto sottile, infatti consente di fare righe sottili. Inizialmente ho avuto non pochi problemi ad utilizzarlo per questioni di manualità. Semplicemente trovo più comodo e pratico l’applicatore in feltro. In ogni caso dopo 2-3 prove ci ho preso di nuovo la mano e non ho avuto più problemi.

La formula è molto liquida. Asciugandosi il colore tende leggermente a schiarirsi. L’eyeliner è testato per i metalli pesanti e per gli occhi sensibili. Da portatrice di lenti a contatto posso dire che non mi ha mai dato alcun fastidio. Le prime volte che l’ho utilizzato è stato stranissimo, impiega circa una trentina di secondi ad asciugarsi del tutto. In fase di asciugatura si sente la pelle come tirare e fa un leggero effetto cartapecora che risulta tanto più evidente, quanto più è spessa la riga. Facendo righe più spesse, in fase di applicazione, il pennellino tende leggermente a trascinare il colore dove precedentemente applicato.

Procedendo con righe sottili comunque questi difetti si notano meno ed è così che preferisco utilizzarlo. In fase di rimozione, viene via a pezzettini per cui bisogna far attenzione che non finisca dentro. A me non è mai capitato, ma è sempre meglio fare attenzione. La durata è molto buona. Tutte le volte che l’ho messo, non ha mai sbavato o altro pur non essendo waterproof.

L’eyeliner applicato.

Long Lasting Lipstick Moka (23€)

Il pack come sempre richiama quello dell’intera linea, però quello del rossetto ha un dettaglio in più che mi ha fatta emozionare, non ve lo nascondo. La chiusura non è quella dei classici rossetti, ma è a vite!!! Una cosa perfetta per chi come me, mette i rossetti liberi in borsa e vuole evitare che la roba all’interno finisca per essere sporcata. Lo stick ha la forma classica ed anche l’odore è quello di un classico rossetto. Ricorda un po’ l’odore dei rossetti della mamma o della nonna.

Il colore risulta pieno già dalla prima passata. La texture è cremosa ed il finish è inizialmente lucido, ma dopo circa mezz’ora si fissa divenendo opaco. La tenuta è davvero molto valida, dopo che si è fissato, infatti bevendo acqua e mangiando cose secche dura intatto anche 9-10 ore. L’ho messo alla laurea di mia sorella e mi ha davvero sbalordita: l’ho applicato alle 8 di mattina ed è andato via solo alle 17 perché avevo mangiato la pizza. Direi niente male. Non secca le labbra e non evidenzia le pellicine.


Swatches

Delle 6 colorazioni a disposizione del fondotinta, ho scelto la Ivory, la più chiara. Su di me è perfetta, anche se è neutro-calda. Per quando riguarda l’eyeliner, delle 3 colorazioni a disposizione ho scelto la Blue, un bellissimo blu notte opaco. Invece per il rossetto, tra le 9 colorazioni a disposizione, ho selezionato Moka, un MLBB del genere come piace a me. Visto che posseggo dei rossetti che ci si avvicinano, vi ho fatto anche delle comparazioni.

Come vedete rispetto a Balkis è meno cupo e marrone. Cannella è un pelo più scuro, mentre Naturally Chic è leggermente più pescato.


Ed eccoci alla fine di questo chilometrico post. Se dovessi consigliarvi uno di questi pezzi vi suggerirei ad occhi chiusi il long lasting lipstick, sia per la colorazione bellissima, sia per la tenuta. Quando mi capiterà di andare in farmacia darò un’occhiata dal vivo agli altri colori, perché trovo meriti davvero. Purtroppo il fondotinta e l’eyeliner non mi hanno convinta al 100% e non li riacquisterò una volta terminati.

Che ve ne pare? Conoscete Labo Suisse Makeup? Quale di questi tre prodotti vi attira maggiormente? Fatemi sapere 😉

I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.