Immagina la tua vita come fosse un libro. Immagina che i capitoli siano l’insieme dei tuoi anni, suddivisi in certezze e indecisioni. Dove i cambiamenti man mano ingialliscono le pagine già scritte perché già vissute. Immagina che i paragrafi siano i tuoi giorni che a volte per forza di cose non vengono vissuti fin in fondo. Immaginati come una strofa, un verso che scorre a rima, ma che se non sa far combaciare le parole, stona! stona e quel sistema metrico è tutt’altro che regolare. Quel ritmo di soavi melodie cessa. Ecco, Immagina che tu sia le parole dell’intero libro, immagina che tu sia le strofe, sia le rime, sia i capitoli, fa sì che questo libro che leggeranno anche gli altri dopo di te, sia interessante, ricco, coinciso e armonioso. Fa sì che chi legga rimanga affascinato da questo capolavoro, fa sì che il tuo libro rimanga inciso nei cuori, ancora e ancora… solo così, la tua vita avrà il codice a barre con su scritto (eternità)!.

di Raffaella Frese Copyright reserved ©


Resistenza! Non è quanto resistere alle ingiurie e alle cattiverie, della vita, ma per quale Motivo farlo. Ecco. Resistere, per l’amore che ci viene donato. Resistere,per l’affetto che ci viene mostrato. Resistere non solo per gli altri, ma anche per noi stessi, c’è lo dobbiamo, per tutti i sacrifici che senza lamentele abbiamo superato. Per tutte le volte che ci siamo rialzati. Resistere è una nuova sfida da accettare, un nuovo binario da percorrere, dove alla prossima stazione c’è un treno da prendere, quello della nostra sicurezza. Sicurezza nelle nostre capacità di affrontare tutto. Resistenza. Dove l’inizio diventerà una direzione, non solo nei cambiamenti ma anche nelle decisioni e nelle scelte. Quelle decisioni e scelte prese esclusivamente con il cuore.
cit di Raffaella Frese Copyright reserved ©


Sai perché la felicità è irraggiungibile?

Perchè i nostri limiti ci impongono un confine da non oltrepassare, ci mostrano sensibilità che noi chiamiamo “debolezze” . E senza aver un minimo di buon senso chiamiamo falsità; la freddezza che dopo dolori e lacrime, alcune persone hanno indossato, per difendersi da chi nel silenzio riesce ad etichettare ruoli, esistenze, dolori delusioni, rabbia… senza guardare oltre, oltre, oltre le proprie convinzioni, oltre le proprie pretese, oltre dove il rispetto non è giudicare, non si chiama gelosia, non si chiama ipocrisia, ma ha il coraggio di saper accettare che essere sinceri vuol dire anche amare se stessi. Perchè Nel cammino di ogni cuore, c’è un impronta che si chiama dignità e nessuno ha il diritto di calpestarla.

Di Raffaella Frese Copyright reserved ©

21766810_10212513260900959_334068824389837516_n
Voglio raccontarvi una storia dal nome molto bizzarro “UMILTÀ” Bizzarro direte??? Si bizzarro poiché molti non conoscono neppure la sua esistenza e significato. Un giorno la parola domandò all’azione poiché io sono nel ruolo della vita importante, essenziale “e intelligente è il mio nome” sai dirmi tu che ruolo e posizione occupi in questo frangente di tempo?? “Parola”, tu che parli, parli, mentre manipoli gli attimi e trasformi il giudizio in viali e strade, io non mi vanto, non esulto al vento grandi paroloni, io non diffondo opportunismo ed egoismo, posso essere insicuro/A lo ammetto, poiché prima di agire scruto ogni possibilità, ma ciò che sono si chiama altruismo, perché se agisco, agisco con il cuore. Sai c’è un enorme differenza tra intelligenza e furbizia, e tu che ti chiami (intelligenza); penso che tu sia solo una pianta velenosa che adatta le sue radici a quello che trova sul suo cammino, ed io invece che mi chiamo UMILTÀ’ poiché l’umiltà la si trova nelle azione non nelle parole, io ti dico che sono in continuo mutamento, un mutamento interiore in questa realtà distorta e incongruente… alla ricerca di ciò che sono, e ciò che voglio essere.
Copyright reserved © Raffaella Frese

14054241_1075837912494373_589697206808031178_n
In certe situazioni, le parole lacerano solo il cuore. Fredde penetrano inconsolabili nell’anima. Non c’è spazio per il loro frastuono. Anche se ti sono vicine con tanto affetto, non può esserci comprensione per il vuoto che incombe dentro. Quando hai consapevolezza che una persona cara, vivrà solo nei tuoi ricordi, spaziando nel cuore. Nulla e nessuno, potrà colmare e alleviare qual tormento che incomberà inquietante ogni giorno.

Copyright reserved ©di Raffaella Frese

14141872_1076035442474620_9217995123161567372_n
Non è facile dare un’altra possibilità alla vita, sapendo che un pezzo del tuo cuore è volato via. Via nel cielo, per sempre. Non è facile accettare che, gli occhi dei tuoi occhi, sono luce che risplendono nell’universo. Faticoso è accettare, il dolore della perdita. Non è facile capire…e mettere a fuoco; che, solo tra le piaghe nebbiose dei sogni certi abbracci prenderanno vita, di nuovo.

Copyright reserved ©di Raffaella Frese

14063928_1076072522470912_8807140690357199973_n
L’unica realtà che può essere scelta, è andare avanti, è proseguire l’arduo cammino. Abbattendo l’apparenza e l’ipocrisia che regna sovrana. L’unica realtà che può essere scelta; è essere invece di apparire, è sperare invece di disperare, è amare invece di odiare.

Copyright reserved ©di Raffaella Frese

14141606_1076190672459097_4805175226929573967_n
Ci sono persone così piene di sé, che hanno dimenticato il senso della vita. Hanno acquisito quel senso di superiorità che nessuna malinconia, nessun tormento toccherà la loro realtà distorta. Nessuna lacrima scivolerà nell’oramai freddo cuore, gelido come l’inverno…purtroppo!!

Copyright reserved ©di Raffaella Frese

14100347_1076580632420101_4860224044300978586_n (1)
Ci sono persone che ergono muri alti come montagne ancora da scalare. Hanno sofferto e hanno paura di soffrire ancora, e forse per questo non danno la possibilità a qualcun altro di entrare nella loro vita. Ne hanno avuto abbastanza, e quella parola “abbastanza” gli basta a mettere limiti invalicabili. Ne hanno abbastanza perché quando piove nella loro vita (DILUVIA) e piove sempre sul bagnato.

Copyright reserved © di Raffaella Frese

14045955_1076591145752383_2841853564979798013_n
Vi può sembrare strano, il modo in cui la consapevolezza rende schietta la veridicità dei fatti. Ma, il nostro collegamento a qualcuno di superiore è qualcosa che va oltre le nostre capacità di riflessioni, di intenzioni, di saggezza, qualcosa che va oltre la vita stessa. Vi può sembrare strano, posso sembrarvi (INGENUA) oppure superficiale…. ma Siamo collegati a Dio come un computer è collegato in rete e la nostra connessione con lui è la fede, quella fede che si muta in speranza e ci aiuta a superare momenti difficili e catastrofici.

Copyright reserved ©di Raffaella Frese