Crea sito

L’operazione al seno si può fare anche con la mutua: ecco come

Share:
Share

piangeSalve scrivo per sapere delle informazioni, avete mai operato con la mutua? Io, mi chiamo Valentina ho 19 anni e sono mamma di uno splendido bambino di nome Federico che ha 5 mesi, in gravidanza sono arrivata a pesare 93 kg dai 63 da cui partivo ma il mio vero problema non è questo, beh dovrebbe essere questo ma purtroppo è il mio seno.Già da prima non mi piaceva affatto, una seconda scarsa, adesso non solo non mi è aumentato di un cm, ma si è riempito di smagliature ed è caduto e mi sono rimasti delle areole gonfie grosse e bruttissime (nelle quali mi si formano anche pustolette di grasso che ogni tanto faccio uscire) che quasi quasi la sporgenza del mio seno è derivata dalle areole del capezzolo che dal resto.
Non c’è un reggiseno buono per me perchè la seconda non mi si chiude da  dietro e la terza mi nuota davanti e puntualmente mi escono queste areole di fuori dal reggiseno, tanto che una volta il mio compagno, dal quale non mi faccio mai vedere a seno nudo una volta mi ha detto (vedendo uscire un’areola dalla magliettina poco scollata, ma stavo sbdaiata nel letto e rotolandomi la scollatura si è arrivata più in basso) che è successo? che è sta cosa gonfia, che schifo! io sono morta!! e ho cambiato discorso facendo finta di non averlo sentito.
E’ successo prima della gravidanza, quindi il problema persisteva già ma adesso è aumentato, poi uno è anche più grande dell’altro… insomma ho problemi di peso, ma io non riesco a dimagrire perchè inconsciamente la mia mente si è fatta convinta che anche se divento più magra non potrò mai essere bella come desidererei e mangio…mangio… psicologicamente sto a pezzi, frequento una psicologa perchè oltre che vedemi un mostro non faccio vivere neanche il mio compagno, che tengo segregato a casa, senza nè televisione nè giornali, e quando litighiamo lui guarda i programmi dove ci sono solo bellissime donne col seno perfetto (oltre a tutto il resto che non mi importa affatto) a me vengono delle crisi isteriche mi do morsi alle mani, tremo.
Al punto che la psicologa mi ha detto che l’unica via d’uscita da questo malessere è di farmi questo ritocchino, con le varie psicoterapie risulto in stato depressivo. Solo che non posso permettermi tale intervento perchè ho un bimbo e prima di ogni cosa viene lui, e anche se non ci fosse lui prima di riuscire a mettere i soldi da parte passerebbe troppo tempo, io non vivo più cosi’…a volte mi chiedo pure perchè continuare a vivere visto che mi manca la cosa principale: l’autostima, non ho neanche amiche perchè non riesco a socializzare. Vedo tutte superiori a me.
Vengo al dunque, ho saputo che alcuni interventi vengono mutuati, è vero ? Se è così come si può fare la domanda…o la procedura?

Salve, innanzitutto non affronterei in questa sede problematiche coniugali, sia per motivi di privacy, sia di rispetto. Leggendo, dalle sue parole si evince quanto sia importante ed emotivamente destabilizzante questo problema, che rischia di minare il rapporto e le dinamiche con il suo compagno. Le consiglio di sottoporsi prima di tutto ad una visita senologica, magari eseguendo anche una ecografia mammaria, per valutare ed escludere la presenza di patologie concomitanti dei dotti galattofori o anche del parenchima mammario.

Dopo di che può tranquillamente eseguire una visita specialistica di chirurgia plastica presso una Unità di Chirurgia Plastica nell’ ospedale a lei vicina con impegnativa prescrittale dal suo medico curante dove verrà visitata e le verranno fornite tutte le spiegazioni del suo caso specifico, le procedure più indicate, i risultati ottenibili e i tempi di attesa.

Alcuni interventi di chirurgia mammaria possono essere eseguiti in regime ospedaliero coperti dal Sistema Sanitario Nazionale se previsti nei L.E.A. (livelli essenziali di assistenza), ma è fondamentale che lei esegua una visita in ospedale per valutarne la fattibilità. Spesso le Unità di Chirurgia Plastica usufruiscono inoltre di un servizio di Psicologia Clinica per seguire i pazienti in questo percorso.
Grazie.

33 Responses to “L’operazione al seno si può fare anche con la mutua: ecco come”

  1. francesca scrive:

    Anch’io ho grandissimi problemi legati al mio seno. Ho due bambini e da una fantastica quarta pre matrimoniale e antecedente le gravidanze, ora sono arrivata a portare la zero. Il reggiseno lo indosso solo molto imbottito (una prima!!!) per far notare che almeno qualcosa ci sia. Non mi spoglio mai davanti a mio marito per vergogna e non vado al mare perchè non trovo costumi della mia taglia. Da un anno ho scoperto di avere il morbo di crohn, a cui reputo il disastroso dimagrimento di quindici kg che mi ha portato ad “essere un perfetto uomo con il seno piatto”. Ho pensato alla chirurgia estetica per il seno… rivoglio la mia quarta!!!! La mutua passa operazioni legate a queste patologia invalidanti sia fisicamente che psicologicamente? Per favore rispondetemi, sono disperata.

  2. faby scrive:

    salve sono una ragazza di 19 la mia storia è un po’ come uella dell’altra ragazza avendo un bimbo di 5 mesi e avendo allattato il mio seno è diventato cadente con delle areole grosse insomma davvero un brutto seno se ur il mio compagno è contrario io se non ho il mio seno come quello di una volta non mi sento più una ragazza uso reggiseni che tengono il mio seno molto alto. cosa potrei fare?

  3. nunzia scrive:

    presso l’ospedale di matera si eseguono interevnti di chirurgia estetica gratuitamente, basta fare la visita a pagamento dal primario di chirurgia plastica. 2 anni fa io ho messo le protesi senza pagare niente e non avevo problemi di seno caduto dopo l’allattamento, mi è bastato dire che avevo problemi psicologici.

  4. laura scrive:

    qual’è la clinica in liguria ke opera cn la mutua? xke anche io dopo la gravidanza ho perso il contatto cn il mio seno…..e mi mancaaaa =_(

  5. sabrina scrive:

    Salve, mi chiamo Sabrina ed ho 35 anni da 2 mesi mamma di Roberta,una bimba stupenda…il mio problema in realtà esiste da sempre ma dopo la gravidanza sta aumentando e il mio terrore è che alla fine dell’allattamento mi ritroverò col seno sotto le ginocchia a ‘mo di nonna…non è mai stato molto tonico nonostante abbia in passato fatto esercizi anche in palestra, poi un paio d’anni fa mi sono sottoposta ad un intervento per la riduzione dello stomaco e, speravo che, nonostante portassi e tutt’ora porto una terza, insomma speravo che dopo l’intervento il mio seno si “sollevasse” un pò…anche a rischio di veder “calare” anche quella terza, invece no, la terza è rimasta ma è pur sempre un pò vuoto, nemmeno con la montata lattea prende molto tono…solo un pò e poi dopo la poppata sembrano due palloncini sgonfi, che tristezza…ed il seno sinistro è sempre stato ed è ancora più piccolino del destro…ma soldi, per essere onesti, ce ne sono pochini e certamente un intervento al seno a pagamento è da escludere…secondo voi è possibile intervenire con la mutua?

  6. Cristina scrive:

    Sono una donna di 48 anni, 22 anni fa, avendo la disponibilità economica, mi sottoposi ad intervento di mastoplastica additiva, avevo già allattato 3 dei miei 4 figli, ero giovane ed il seno malridotto mi creava disagio, tutto ok fino ad oggi: il seno ha subito, ovviamente, delle modifiche, le protesi usurate, una delle due piuttosto ridotta, l’ecografia è confusa, mi è stata consigliata una risonanza che temo di non poter effettuare a causa di un corpo metallico che ho nella spina dorsale. Problema: non ho più la possibilità economica per affrontare l’intervento di sostituzione protesi, mi sono separata ed ho perso il lavoro, l’insieme di questi accadimenti mi hanno indotto a rinchiudermi in casa, sono depressa, relazionarmi con la gente è estremamente arduo, mi sento inadeguata. Mi scuso per la premessa prolissa, vi scrivo per sapere se in determinati casi, e nel mio specifico, è prevista la copertura sanitaria pubblica presso una struttura ospedaliera, possibilmente a Roma. Grazie. Un caro saluto

  7. antonia scrive:

    Buon giorno
    Vi scrivo riguardo ad un problema di forte asimmetria al seno. il mio seno destro è molto più grande e sviluppato del sinistro.per intenderci il sinistro è pressocché inesistente e il destro entra in una terza taglia.vorrei risolvere questo problema che mi causa non pochi problemi relazionali.mi vergogno del mio corpo e ne ho un completo rifiuto. Al mio ragazzo non ho mai parlato di questo e da quando lo ha scoperto cerco di evitare del tutto che mi tocchi,ho paura non mi voglia piú e non riesco a parlarne con nessuno tra’USnne con un dottore lo scorso anno che mi ha diagnosticato una mammella tuberosa ma non posso permettermi l’intervento di mastoplastica. ho letto in internet e su questo sito che c’è possibilità di mutuare con l’USL l’intervento.riuscite a darmi un aiuto?a chi rivolgermi a Milano?
    Grazie

  8. Elisa scrive:

    Scusatemi, ma proprio non posso tacere. Partoriro’ fra poco e posso comprendere il disagio fisico e psicologico di avere un corpo e un seno non proprio all’altezza dei propri desideri e di quelli del proprio compagno, ricordo pero’ che esistono persone in Italia con infermita’ ben piu’ serie e che non possono permettersi le cure necessarie perche’ non tutto lo passa il Sistema Sanitario… lavoro in uno studio medico e vedo anziani che sono costretti a pagarsi di tasca propria esami di routine come la visita cardiologica per non dover aspettare mesi, le casse dello Stato al collasso…. e qui si parla di rifarsi il seno facendosi rimborsare dalla mutua?? Perche’ altrimenti si cade in depressione?? Ma stiamo scherzando?? Mi spiace, ma i rimborsi della mutua vanno destinati ai malati veri.

  9. clarissa scrive:

    ciao,io ho 25 anni e vorrei ridurre il seno.porto una quarta abbondante ma non sono molto alta..1.45 circa quindi nn si addice proprio alla mia statura e apparte questo ho sempre mal di schina.vorrei sapere da qualcuno se lo sa.se in toscana c’è qualche clinica che mi può ridurr il seno con la mutua.io chiesi al mio dottore che però mi disse subito che nn era possibile farlo con la mutua.ma io credo che lui nn volesse nemmeno provare a farmelo fare.vi prego aiutatemi.grazie

  10. Maria scrive:

    Ciao a tutte io ho 24 anni e ho 2 bellissimi bimbi..prima che arrivassero loro portavo una 4 di seno e adesso e’ sceso addirittura a una prima misura,non posso mettere magliette a fascia perché non reggono e non vado al mare perché mi vergogno a 24 anni di farmi vedere il seno…credo che stia diventando un problema psicologico anche perché non posso permettermi di fare una mastoplastica additiva e quindi risolvere il problema!!jo sentito amiche di amiche che si sono sottoposte alla mastoplastica in ospedale senza pagare niente e voleva sapere se qualcuna di voi sa dirmi se e’ vero e come posso fare…vi ringrazio in anticipo

  11. daniela bombardi scrive:

    Salve ho 50 anni e sono veramente disperata a causa di continui sbalzi di peso ho un seno poco piacevole , grande e svuotato e la cosa sta diventando un grosso problema abito a forli vorei sapere se nella mia città è possibile eseguire inervento di riduzione con la mutua e se si dove . Grazie

  12. ohpoverinoi scrive:

    Elisa, mi meraviglio delle tue larghe vedute, visto che dici di lavorare in ambito medico.
    A parte il fatto che ancora non hai partorito (o almeno all’epoca del tuo post) e non puoi metterti allo stesso livello emotivo di una donna che lo ha già fatto e che, magari, soffre di depressione post partum…
    La depressione, carissima Elisa, è – una – m a l a t t i a, per la quale, presentando le dovute documentezioni alla ASL, si riceve l’assegno di invalidità.
    Perché con la depressione non vivi più bene con te stesso, ti odi, gli altri inizieranno ad odiarti, non riuscirai più a fare niente, andare a lavoro, prenderti cura di te stesso e degli altri…
    Pensaci due volte (magari anche tre) la prossima volta che spari certe sentenze, che se lo stato rende mutuabili questo tipo di operazioni, un motivo c’è.

  13. Tea scrive:

    Salve,sono una mamma di 40 anni è ho 3 figli stupendi,di 22 di 5 e l’ultimo di 3 ho un seno che si è lasciato andare moltissimo perchè ho allattato tutti e 3.Ho un seno molle quasi all’obbelico,ho inizio di gobba,maldischiena e le bretelle del reggiseno affondano nelle spalle,puo’bastare?posso affrontare una riduzione al seno tramite la mutua dal momento che non lavoro puo’essere riconosciuto come problema di salute e no come un intervento di,bellezza?vi prego attendo una risposta grazie.

  14. claudia scrive:

    Ciao mi chiamo Claudia,ho 40 anni ho sempre avuto un seno abbondante anni fa ho avuto un operazione a cuore aperto mi hanno cambiato una valvola e da li ho notato che ho il seno piu’ grosso che non sarebbe male ma sono alta 1,55 e si nota molto in piu’ dopo l’ operazione il seno sinistro e leggermente piu’ grande del destro si puo’ avere la riduzione del seno tramite mutua grazie aspetto una risposta.

  15. Elisa scrive:

    Ciao NUNZIA, potresti fornirmi un tuo contatto? Avrei delle domande su dottr de robertis, il primario dell’ospedale di matera.. anch’io vorrei fare l’intervento.. grazie in anticipo :)

  16. Del Monte Anna Maria scrive:

    Buona sera,ho 59 anni e per problemi legati all’asportazione in toto della tiroide, isterectomia e varie, non riesco a perdere peso, il mio seno da una terza e arrivato ad una settima,ho problemi alla schiena 2 ernie e mi sono curvata, inoltre non riesco a portare il reggiseno per più di 3 ore perchè mi preme sulla bocca dello stomaco e comincio ad avere dolore, si son formati i solchi sulle spalle. Ho subito un’intervento di ricostruzione del tendine alla spalla destra. Il mio seno pesa 33 Kg ed il mio peso è arrivato a 98 Kg.Vorrei ridurre il seno non per estetica ma per la mia salute è possibile fare l’intervento con la mutua? In attesa di risposta sentitamente ringrazio. Del Monte Anna Maria Sulmona (AQ)

  17. sere scrive:

    @Elisa… cara Elisa, capisco che per te possa essere poco grave o comunque di poco peso una discussione del genere, ciò che però mi manda veramente in bestia è il tuo commento…ti posso dire che le liste pubbliche di intervento e di prenotazione di visiste specilistiche o diagnostica vengono stilate in base all’età… io non camminavo e per un intervento al ginocchio tramite asl ho dovuto attendere 2 anni perchè prima di me ci sono extracomunitari ed anziani… ti faccio presente che nella stragrande maggioranza dei casi gli anziani sono esenti (e troppo spesso ho visto e sentito con i miei occhi e orecchie, anzianotti/e che in un anno si sono fatti 2 o più volte la stessa visita o analisi solo perchè non soddifsatti del responso del dottore perchè a loro dire è stato o troppo frettoloso o perchè l’altro secondo loro era più bravo!). il fatto che siano anziani li porta ad una posizione più alta in graduatoria rispetto ad 30enne o 50enne… quindi prima di parlare informti meglio… anche io per una mammografia ho avuto appuntamento dopo 5 mesi… quindi…

  18. Ilaria scrive:

    Ragazze ciao anke io sn una mamma di 22 anni e ho una bimba d 15 mesi ke ancora allatto e ho un seno molto piu piccolo dell altro e vorrei poterlo rifare sapete cs potrei fare ??sn d roma

  19. manu scrive:

    buona sera nel caso invece di asimetrie la mutua cosa propone? asimetrie nn riuscite nenache dopo 3 interventi da chirurgo plastico…dove credo che nn mi abbia operata neanche lui visto l esito…grazie

  20. giovanna scrive:

    sono giovane separata e con una figlia di 7 anni prima della gravidanza avevo una bella 3° abbondante da potermi permettere di nn indossare il reggiseno, durante la gravidanza ho raggiunto la 6° ho sempre avuto l timore di restare con 1000 smagliature ma per fortuna sono ritornata alla mia forma fisica, ma purtroppo il seno è diventato una 1°, provo disagio e non riesco piu a stare con un uomo perche ho complessi, non riesco piu ad avere un compagno e mi isolo o allontano quando noto interesse da parte di un uomo , dato il mio totale svuotamento, vorrei tanto fare un riempimento e tornare alla mia 3° naturale, ma sono coscente di non avere la possibilità economica ,come posso fare se è possibile usufruire della mutua? attendo risposta 1000 grazie anticipatamente

  21. vanessa scrive:

    Sono una mamma di 28 anni anch’io ho un seno mal ridotto prendo una seconda scarsa perché le coppe restano vuote prima di restare in cint. Pesavo43 kili e prendevo ana prima ma dopo la gravidanza pesavo 68 kili w prendevo una quarta ho dovuto allattare mia figlia col tira latte e poi mi sono messa ha dieta ore peso 52 kili e sono senza seno e con i capezzoli grossi sono depressa non passa un giorno senza piangersi su e domandarmi perché madre natura non mi ha dati questa possibilità mi vergogno ad andare al mare mi sento a disagio con le altre donne mi sento inferiore come se mi mancasse il seno per sentirmi donna come le altre ammiro. Chi ha un bel seno i rapporti con mio marito li faccio al buio mi vergogno mi vergogno ce le ho troppopindole non ce niente da toccare sono sempre col reggiseno ormai mio marito non me lo toglie più e se me lo dovesse togliere solo al buio così non ai vede dopo avere avuto il rapporto con lui mi sento uno schifo e piango perché non posso essere una donna completa e lui si consola con i film w mi sento ancora peggio non ho la possibilità economicaper poterlo rifare abito in provincia di Catania cosa posso fare?grazie

  22. axana scrive:

    ciao.mipotete aiutare perfavore sono una madre di 25 ani e cello grossi probleme al seno. sono una serro mi vergonio a spoliarmi davanti al mio companio . e non mista piu nessun vestito . sono veramente disperata ma vorei sapere se miposso fare il seno con la mutua a TORINO. non cello posibilita economiche per farlo diverso. vi prego aiutatemi sono in depressione seria quando pensso al mio seno. AIUTOOOOOOOOOOOOO. GRAZIE DI CUORE.

  23. lazaro scrive:

    salve.. ho il bambino di 12 anni che e stato morso da un cane dal labbro superiore e dovrei fare un intervento per coregere le cicatrice che sono dal naso fino giu comprezo il labbro.. mi pottete dire che costi sono per fare questo intervento

  24. serena scrive:

    Salve sono serena..ho 19 anni io ho un grandissimoproblema che mi uuccide psicologicamente..ho un seno inesistente e un altro è una seconda…sono molto complessata per questo..nn vado al mare con gli amici e non mi concedo con il mip ragazzo con il quale sono fidanzata da ben 4 anni…lo so ke nn ci crederete :-( ho paura ke mi lasci ma i proprio non ci riesco:-( vi prego aiutatemi economicamente non posso permettermiun operazione perche nn lavoro…si puo fare qualcosa con la mutua…aspetto vostre risposte grazie mille..

  25. grazia scrive:

    Salve ho 45 anni ho tre figli e un seno molto grosso indosso una 7 vorrei ridurlo per problemi di solchi alle spalle ,cervicale dolori alle braccia .e possibile farlo gratis a napoli mi aiuti grazie.

  26. POPI 63 scrive:

    A TUTTI BUONA GIORNATA, A ME UN PO’ MENO. DA SETTEMBRE A DICEMBRE HO SUBITO
    QUATTRO INTERVENTI PER TUMORE MAMMARIO FINO AD ESEGUIRE MASTECTOMIA CON
    ASPORTAZIONE DEL CAPEZZOLO E RICOSTRUZIONE CON ESPANSORE. OGGI MI E’ STATO
    COMUNICATO CHE SE VOGLIO FARE PROTESI ANCHE NELL’ALTRA MAMMELLA DEVO PAGARE
    8000 EURO IN BREVE DEVO PAGARE L’INTERVENTO PER INTERO ANCHE DELLA MAMMELLA
    CON TUMORE…
    NON MI SEMBRA GIUSTO, AVREI PAGATO VOLENTIERI LA DIFFERENZA MA DOVER
    PAGARE OSPEDALE PROTESI SALA OXATORIA QUANDO COMUNQUE PER LA MAMMELLA
    MALATA MI DEVONO OXARE UGUALMENTE MI SEMBRA ASSURDO
    SE AVETE NOTIZIE DI COME SI PUO’ EVITARE DI PAGARE L’INTERVENTO PER INTERO
    FATEMELO SAPERE

    GRAZIE E BACI
    POPI

  27. rosaria scrive:

    Salve
    sapete se anche a Napoli c’è qualche ospedale o cmq se la mutua passa questo intervento di mastoplastica????grazieeeee

  28. deprex scrive:

    il mio problema è davvero psicologico,da quando ero piccola tutti mi prendevano in giro xke di cognome porto “seno” e in realtà non porto nemmeno una prima dato ke le coppe sono sempre grandi e usare quelli senza mi viene impossibile dato ke ho un capezzolo molto grande ed evidente. ho 22 anni non vado a mare quas mai vado in primavera o a settembre quando non ci sno tante persone e vado sola in estate scendo in spiaggia sempre con la maglia.sono fidanzata e proibisco al mio ragazzo di toccarmi xke mi crea un disagio e un fastidio.litighiamo spesso x questo motivo.sotto sono molto formosa ma mi piaccio molto s enon fosse x il seno ke non centra nente con me e ke mi impedisce di indossare un bell’abito scollato o un bel bikini. vorrei davvero sapere abitando in campania se sapete qualcosa o qualcuno a cui posso rivolgermi.

  29. antonella scrive:

    salve mi chiamo antonella e ho 29 anni da poco . il mio problema forse piu psicologico che fisico comunque io sono mamma di 3 bellissimi bambini di anni 8 7 e 3 tutto e successo durante la prima gravidanza io portavo una 3 favolosa durante la gravidanza sono arrivata a una 7 enorme bruttissima poi ho avuto subito un altra gravidanza ma il problema molto piu evidente sie fatto notare tantissimo dopo la 3 gravidanza specifico ho fatto 3 lunghi periodi di allattamento ho perso tantissimo peso in poco tempo e il mio seno si e svuotato completamente io ho fatto un ecografia di controllo e praticamente la dottoressa ridendo mi ha detto che non stava facendo un eco al seno ma alla cassa toracica.io ho fatto una ricerca su internet e ho trovato che potrebbe trattarsi di ptosi mammaria !cosa si puo fare in questi casi ? per sentirsi donna di nuovo come prima? e se e mutuabile

  30. margaret scrive:

    salve sono di catania centro ho bisogno di sapere se a catania si puo’. fare con la mutua ? ho chiesto al mio medico e mi ha detto solo in caso di tumore lo fanno gratis quindi ditemi voi se davvero si puo fare o meno cosi perdo la speranza e il mio sogno

  31. Antonella scrive:

    Salve sono di salerno, ho 47 anni e dopo le due gravidanze il mio seno ha perso tonicità per via delle smagliature. Non mi sento più a mio agio, devo necessariamente indossare dei reggiseni push up per raccogliere il mio seno che ormai non sta più su, tra l’altro ho un seno più piccolo dell altro e anche questo è un problema. Vorrei sapere se a Salerno c’è possibilita di rifarsi il seno attraverso la mutua oppure se mi potete dare una dritta per risolvere il problema altrove. Grazie e vi prego di rispondermi perchè per me è molto importante.

  32. Noemi scrive:

    ciao sono noemi ho 16 anni e il mio seno non mi piace affatto, prendo una seconda solo per circonferenza di schiena ma di davanti non riempie neanche se indossassi la prima. è uno strazio tutti i giorni., è un rivolta stomaco ogni volta che mi guardo allo specchio, è un incubo quando devo compare vestiti o reggisemi, e un imbarazzo totale con me stessa. non mi sento per niente femminile.. ho un seno da uomo, volevo sapere se potevo usufruire della mutua anche essendo minorenne.. vi prego di rispondermi almeno. Grazie!

  33. Noemi scrive:

    Non ce la faccio più, :( sembro stupida ma su questo problema ci piango certe notti.

Leave a Response

*