“Rebetiko Mou”

Share:
Condividi

“Ebbro fino agli occhi
Vuoto fino al cuore
Gonfio di resina e di dolore
Pieno fino agli occhi
Vuoto fino al cuore
Gonfio di resina e di dolore
L’alba non ha fretta
I miei passi è la notte che li aspetta
L’alba non ha fretta
I miei passi è la notte che li aspetta
Fatevi più stretti attorno
Questa sera non mi basta il mondo
Tornano i miei passi in coro
Nel cerchio del rebetiko da solo
Come una parata
Come in un addio
Questo ballo è solo il mio
Come una parata
Come in un addio
Questo ballo è solo il mio
Baciami una volta
E lasciami morire
In mezzo a chi non sa di me
Nelle braccia della notte
Cado senza mani a te
Una volta ancora
È tempo di morire per te sola
Una volta ancora
È tempo di morire per te sola
Non ci legano più notti insonni
Solo sentimenti spenti
La strada s’è mangiata gli anni
E gli anni hanno mangiato il cuore
Solo restano
i tuoi baci
Sulle labbra d’altri come braci
Solo restano
i tuoi baci
Sulle labbra d’altri come braci
Baciami una volta
e lasciami morire
in mezzo a chi non sa di me
Nelle braccia della notte
Cado senza mani a te
Una volta ancora
È tempo di morire per te sola
Una volta ancora
È tempo di morire per te sola
Una volta ancora
È tempo di morire per te sola”

                    “Rebetiko Mou”, Vinicio Capossela

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>