Crea sito
GIUNTA SACCO IN DIFFICOLTA’ E L’ ASSESSORE MARSELLA COSA FA, QUANDO NON HA ARGOMENTI???INSULTA E DILEGGIA BLOGGER E CITTADINI.

Commenti di Tommasino Marsella ad un post di Anna Maria Rossini su Facebook


Non e’ la prima volta che l’ assessore Tommasino Marsella, invece di pensare all’ ambiente ed alla salute dei cittadini di Roccasecca che stanno morendo di SAF e MAD, si diletta nell’ arte dell’ insulto e della maldicenza sul social network di facebook con un linguaggio che poco si addice a chi riveste un ruolo istituzionale.
Forse, il sindaco Sacco, dovrebbe spiegare al suo assessore Marsella che non è ammissibile, ed è gravissimo, che un pubblico ufficiale usi invettive e toni minacciosi per rispondere a chi esprime liberamente il proprio pensiero, soprattutto quando questo risponde a verità e soprattutto quando non riguarda il suo comparto.
Il ruolo rappresentativo di tutte le forze democraticamente elette deve essere rispettoso delle opinioni di tutti i cittadini anche laddove fossero critiche.
Ma l’ assessore Marsella ignora le piu’ elementari norme istituzionali ed e’ carente di civico «aplomb» del ruolo.
Pertanto, #RoccaseccaLibera consiglia il sindaco Giuseppe Sacco a revocargli le deleghe:- Ambiente, Sanita’, Spettacolo, Sport, Politiche del lavoro, evidentemente, troppe e troppo pesanti, di difficile gestione e stressanti.
Un assessore, che non sa controllare i suoi istinti e, non avendo argomenti da contrapporre, offende e dileggia gettando fango sui suoi amministrati che hanno l’ ardire di far sentire la «voce critica» del dissenso all’ operato dell’ Amministrazione spiegate se e’ capace di governare???
A #RoccaseccaLibera interessano i fatti e non le chiacchiere e/o le querelle offensive su facebook.

BANDO COMANDANTE P.L. CUCITO SU MISURA??? AI POSTERI L’ ARDUA SENTENZA!

La Giunta Comunale di Roccasecca, con atto n. 62 del 17.05.2017, ha deliberato la “Selezione per assunzione Istruttore direttivo per Settore 5 Polizia Locale D1 tempo pieno ex art. 110, comma 1 del D. lgs 267/20200” dando mandato al responsabile competente di conferimento di incarico a contratto ex art.110 comma 1 del D.Lgs 267/2000 per (???) boh!
Detto….fatto….Con sollecitudine e tempestivita’, stesso giorno (17.05.2017), il Responsabile del II settore, dott. Emilio Munno, emette -BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA COMPARATIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO (6mesi) E PIENO NELLA POSIZIONE DI ISTRUTTORE DIRETTIVO CATEGORIA D1 DEL SETTORE 5 POLIZIA LOCALE- strutturato cosi’ cavillosamente che, addirittura, per partecipare, tra tanti requisiti, quello di aver maturato un’ esperienza di lavoro di almeno cinque anni in strutture operative di Polizia Locale che garantisca una conoscenza del settore, al fine di consentire una immediata operatività alle connesse funzioni.
Ma, a parte tutte le cavillosita’ meritocratiche, tanti con «copia ed incolla», quindi non studiate per il Comune di Roccasecca, la cosa «bizzarra» e’ stata la durata del bando:- 10 giorni dall’ affissione all’ albo pretorio.
Se la pubblicita’ data e’ solo quella dell’ affissione dell’ albo pretorio, effettuata sempre lo stesso giorno 17.05.2017, quanti aspiranti avvocati e commercialisti ne verranno a conoscenza???
Fare domanda, preparare i documenti, nel ristretto tempo di 10 giorni???solo chi ha la fortuna di avere un santo in paradiso (Comune) e/o legge #RoccaseccaLibera.
Il bando, cosi’ come e’ stato confezionato, da adito a pensar male…..ricevere meno domande, sicuramente, visti i 10 giorni concessi.

Bando fatto su misura??? Ma dov’ e’ la TRASPARENZA???

ARRIVA IL TAXI DEL «BUSINESS» SOCIALE, CON TANTO DI MARKETING

Il novello progetto della «Mobilita’ garantita» ai diversamente abili, dell’ Amministrazione targata Giuseppe Sacco, ed infiocchettata dallo stesso sindaco in un post sulla sua pagina di facebook, sa piu’ di un progetto di «marketing» per la PMG Italia S.p.a. che di un progetto sociale per le persone svantaggiate.
Il post sindacale, di primo acchito, sembrerebbe cosa buona e giusta…ma. gratta, gratta…. scopri…. scopri…. ecco apparire il solito «business» delle Spa….
Normale che una Societa’ per azioni abbia come scopo sociale il lucro, ma che detto lucro lo si mascheri, con la complicita’ dell’ Amministrazione come scrive il sindaco Sacco:- «in un impegno dell’amministrazione comunale, al sostegno della società interessata….per raggiungere un obiettivo importante: garantire la buona qualità dei servizi resi alla cittadinanza nel campo del sociale, ricercando le opportunità per migliorarlo in modo che le risposte ai cittadini siano sempre più pronte ed efficaci».
E questa del Taxi sociale sarebbe la risposta pronta, efficace, al dramma sociale dei disabili ed anziani???
Gia’ dal Titolo «Taxi» si capisce che comporta un esborso monetario per l’ utenza ….e poi, che tale Taxi sia tappezzato da decine targhette pubblicitarie, aggiunge una nota di DISGUSTO, per come vengono trattati, senza la minima discrezione questa delicata sfortunata fascia sociale.
Insomma, se l’ e’ inventata giusta la PMG Italia S.p.a. per fare quattrini…. Da’ in comodato d’ uso gratuito al Comune di Roccasecca un pulmino attrezzato per trasporto disabili e persone in difficolta’, a patto che le ditte e le imprese locali, sottoscrivano un contratto con la PMG che gli fa pubblicita’ con i suddetti pulmini.
E poiche’ tale tipologia pubblicitaria caro costa alle imprese locali, quante di loro saranno disponibili a sottoscrivere tale contratto ?
A #RoccaseccaLibera non sconfifera punto quel partenariato tra pubblico e privato di cui si glorifica il sindaco Sacco che ringrazia pure la PMG Italia SpA .
E si dichiara pure ben felice :-…di aderire al progetto “Mobilitá garantita” della PMG Italia SpA che ha dimostrato grande sensibilità verso i servizi messi in campo nel sociale, rivolti alle fasce deboli della nostra popolazione.
Ma quale sensibilita’?!? Tutto questo amore, sensibilita’, e’ solo convenienza per tutti!
E il Sindaco Sacco spieghi a #RoccaseccaLibera perché i disabili dovrebbero andare in giro in scatoloni pubblicitari.

NON SOLO CERRETO….CON #CAMBIAMO, IL DISASTRO AMBIENTALE E’ LIEVITATO IN MODO ESPONENZIALE SU TUTTA ROCCASECCA
Il sindaco Giuseppe Sacco, non ordina la chiusura della discarica di Cerreto…. OK… ma neppure si interessa della miriade di discariche abusive, segnalate dal Comitato « Basta Eternit-Fibra killer» all’ ex amministrazione.
Eppure ne e’ perfettamente a conoscenza visto che, quando stava «in bonis» con il Comitato, non passava giorno che non fruisse delle foto e logo per «sputtanare» Giorgio con manifesti.
Forse ha dimenticato le circa 70 discariche abusive, tutto preso a seguire problematiche di «Cerreto» senza cavarne un ragno dal buco, neppure un cent in piu’ di ristoro ambientale che peraltro non si sa a quanto ammonti e cosa ne facciano ( come Giorgio).
Ora, visto che la discarica di Cerreto e’ viva e vegeta e vivra’ finche’ Lozza lo vorra’, potrebbe cercare di bonificare i mini siti inquinati dai delinquenti???
Al Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» e’ stato segnalato, con book fotgrafico,  che la piccola discarica giorgiana insistente sulla scarpata dell’ incrocio Via Montello con Via dello Spirito Santo  si e’ ampliata con materiali vari.
Per quanto concerne l ‘ambiente Sacco e’ un disastro, peggio di Giorgio eppure tra la sua compagine ci sono ambientalisti di lungo corso…mah!
CI AVETE CREDUTO??? ED ORA PIGLIATEVA IN SACCOCCIA!…. L’ AMBIENTE NON E’,  NE’ PER SACCO, NE’ PER GLI « AMMUPITI» AMBIENTALISTI !
E’ proprio il caso di dire:- chi e’ causa del suo mal, pianga se stesso-…Dispiace, pero’, che oltre a loro, il male lo abbiano causato anche  agli altri che avevano visto giusto.
E’ andata ….. e a noi di #RoccaseccaLbera e soprattutto noi del #Comitato «Basta Eternit-Fibra killer», non resta che combattere e denunciare, per cercare di non morire e/o far morire.
Tutti concentrati-fiduciosi  a seguire le inutili attivita’ del Sindaco Sacco per chiudere la discarica di Cerreto per arrivare all’ eclatante sua affermazione a Teleuniverso.
Alla domanda del giornalista Alessio Porcu:- Allora perché non chiude la discarica?… Il sindaco di Roccasecca, Giuseppe Sacco , risponde
«Perché ad oggi non c’è un’autorità che abbia accertato un pericolo per la salute pubblica. Un sindaco non può chiudere a piacimento una discarica. La norma non glielo consente. Può intervenire quale massima autorità sanitaria locale se c’è un pericolo per la salute pubblica. Nonostante abbiamo consultato tutti gli enti competenti su questo profilo, nessuno ci ha certificato che quella discarica rappresenti un pericolo per la salute pubblica. Nessuno certifica che esista una relazione tra i valori oltre soglia e la discarica».
Esaustiva la risposta del sindaco Sacco???? Si…. La discarica di Roccasecca non chiudera’, se non ad esarimento dei terreni acquistati da Lozza ….. non lasciatevi infinocchiare da discariche provinciali alternative a Cerreto, millantate da Sacco, Buschini, Pompeo….. Pura demagogia di politici Pidduini.
Ma, oltre alla discarica di Cerreto, il Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» aveva individuato e segnalato al sindaco Giorgio ed altre autorita’ competenti, oltre 70 discariche abusive opera di incivili delinquenti vogliamo cominciare a metterci le mani per la BONIFICA???
LE FARNETICAZIONI DI UNA «VECCHIA GLORIA POLITICA»!….. Ridicolo!
LE FARNETICAZIONI DI UNA «VECCHIA GLORIA POLITICA ROCCASECCANA» TESTIMONIANO CHE LA MAGGIORANZA DI SACCO HA PAURA DELL’ OPPOSIZIONE CAPITANATA DA ANTONIO ABBATE.
Il quotidiano «La Provincia» di ieri ed altri quotidiani, hanno pubblicato un bizzarro articolo di una vecchia gloria roccaseccana che sproloquia contro la minoranza, addirittura invitandola alle dimissioni, spalmato in modo virale sul socialnetwork di facebook.
Cose da pazzi! ….. Non ci bastava il «personaggetto» GHOST di «E` ora di cambiare» a  scrivere castronerie sulla politica locale inneggiante al governo in carica …ha iniziato pure «la vecchia gloria».
La macchina del fango contro Abbate, soprattutto,  e’ entrata in azione gia` dal primo anno del NULLA!…E questo la dice lunga…. IL GIGANTE FA PAURA! 
#Cambiamo, ovvero la maggioranza, seppur composta da giovani, I di piu` laureati,  sta dando prova di profonda INTRASPARENZA ed  inettitudine al governo di Roccasecca.
Questo e’ una costante da un anno a questa parte e qualcuno smentisca questa realta’.
A Roccasecca, sono cambiati i suonatori, ma la musica e’ sempre la stessa della precedente, cosi’ e’ se vi pare….Non sanno governare. Punto….
Anche il piu’ cretino degli studenti in legge e materie economiche, avrebbe fatto meglio, per non parlare del piu’ deficente degli studenti in architettura e o ingegneria, per non parlare dell’ ultimo cretinetto in scienze della comunicazione.
L’ albo pretorio on-line e’ la testimonianza di quanto teste’ detto…. Se poi vogliamo dire :- tutto va bene, «madama la marchesa» e vivere da «Alice nel Paese delle Meraviglie» accomodatevi pure.
Quindi, lo strano articolo della «vecchia gloria» suscita delle perplessita’ sul dove vuole andare a parare e chi ne siano i suggeritori.
Cosa gli sia  frullato per la testa quando ha detto quello che ha detto, addirittura invitando le minoranze alle dimissioni per fare largo ai giovani e’ cosa sua che, per onesta’ intellettuale, dovrebbe dichiarare apertamente.
Ma e’ proprio sicura la «vecchia gloria» che subentrando i primi giovani non eletti, sappiano fare l’ opposizione che stanno facendo Abbate e Giorgio, in meglio ???
E avendo maggioranza ed opposizione esperienza simile, chi se ne avvantaggerebbe???
Quindi, quell’ articolo puzza di bruciato ….. E’ chiaro che l’ ex sindaco Antonio Abbate piu’ che Giorgio, sta creando seri problemi alla compagine governativa che non sa piu’ che pesci prendere imbrigliata nelle ristrettezze economiche, nei debiti e nella carenza di idee.
E che incisivita’ dovrebbero avere  le minoranze se lo scenario e’ statico??? piu’ di quello che stanno facendo???, oltre che tenergli il fiato sul collo, interrogazioni a tutto spiano, segnalazioni agli organi di controllo,  addirittura fornire le delibere «farlocche» ai richiedenti cittadini interessati alla TRASPARENZA, cosa dovrebbero fare???  ce lo spieghi.
Berlusconi alla veneranda eta’ di ottanta e passa, e’ in pista e Abbate dovrebbe abbandonare per fare il padre nobile….. Ma mi faccia il piacere!
L’ unico che ha dimostrato che il sindaco lo sa fare e smentitemi se non e’ vero….e se ha fatto bene il sindaco, sta facendo bene anche l’ opposizione e queste sono le sue parole di sacrosanta verita’ in risposta alla «vecchia gloria»:- Mi preme al contrario evidenziare che, come sempre, ieri da sindaco ed oggi da consigliere di opposizione, etica ed impegno, lealtà e coerenza, sono stati e restano gli unici padroni della mia coscienza. (Antonio Abbate)
Quindi, quell’ articolo: -Cui prodest?
 
L’ AMMINISTRAZIONE SACCO NASCONDE AI CITTADINI IL PIANO  DELLA RAZIONALIZZIZAZIONE DELLA SPESA TRIENNALE (DEL.44/2017)…. VERGOGNA!…DIMETTITI!
La Giunta targata Giuseppe Sacco, dopo aver nascosto i Report di IRSA-CNR illustranti i veleni aumentati in modo esponenziale nella Discarica di Cerreto, nasconde pure il «farlocco» piano triennale della razionalizzazione della spesa.
Nascondono le carte per nascondere l’ inadeguatezza del loro operato ??? Roccasecca caduta dalla padella nella brace … altro che #cambiamento!
#RoccaseccaLibera, paladina della Legalita` e della TRASPARENZA, ringrazia il consigliere di opposizione, Antonio Abbate, etica ed impegno, lealtà e coerenza, per aver risposto alla nostra istanza di portare alla luce la delibera di giunta n.44 del 31.03.2 017 pubblicata, ma con divieto di apertura del file.
L’ intrasparenza dell’ amministrazione Sacco e pari a quella dell’ amministrazione Giorgio, se non in senso peggiorativo.
La Legge n. 244 del 2007 (Finanziaria 2008), all’ art. 2, comma 594, prevede che: “ai fini del contenimento delle spese di funzionamento delle proprie strutture le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1 comma 2 del D.Lgs 165 del 2001, adottano piani triennali per l’individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell’utilizzo:
a) di dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell’automazione d’ufficio;
b) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo;
c) dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali”.
La giunta Sacco, al gran completo, ha adottato detto piano triennale  con delibera 44/2017 e lo ha reso pubblico come la legge impone ma mettendo il divieto di accesso di apertura del  file della suddetta delibera  …. Perche’ vietare la lettura del contenuto ai cittadini di un piano triennale cosi’ importante, come quello della razionalizzazione di alcune spese di funzionamento???
A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca, e #RoccaseccaLibera ha pensato male ma ci ha «azzeccato», procurandosi la delibera tramite il proprio referente consigliere di minoranza, Arch. Antonio Abbate.
A parte che non vi e’ alcuna razionalizzazione della spesa  nel triennio 2017-2019, ma neppure una riduzione della stessa (cosi’ hanno scritto).
Se non si sono peritati di fare un inventario ben preciso dei beni mobili e/o immobili,
uno schema organizzativo di base da cui partire per ottimizzare e razionalizzare la spesa che piano e’ ???
Di cosa hanno parlato???? del NULLA…. a parte l’ alienazione dei beni immobili non strategici per l’ amministrazione e di  ridurre le spese di gestione …di quanto??? boh!
Forse  per questo non hanno dato la visibilita’ al file o forse anche per quella anomalia di due frontespizi della stessa delibera …un frontespizio completo ed uno incompleto  ed altre anomalie ….
Insomma tale delibera e tale piano hanno vizi di forma e vizi di sostanza  …. forse per questo, pur avendo dato la pubblicita’,  hanno posto il divieto di accesso,  per riservarsi spazi per aggiusti vari, al momento opportuno, in barba alla TRASPARENZA?
PAUSA CAFFE’ E PAUSA FUMO, AL PALAZZO BONCOMPAGNI SI ESAGERA E NESSUNO DICE NULLA….. OMERTA’ E LASSISMO ANCHE CON #CAMBIAMO

Roccasecca


Ma chi lavora seriamente al Comune di Roccasecca??? Gia’ il personale e’ ridotto al lumicino e  tra questi «pochissimi» c ‘ e’ ancora chi responsabilmente adempie il proprio dovere, con molto sacrificio ed abnegazione e chi si sollazza con pausa caffe’ e pausa fumo.
E’ un andazzo oltremodo riprovevole dal punto di vista etico, che fa andare a rilento la macchina amministrativa.
Con la nuova amministrazione Sacco ci si aspettava una  stretta sui dipendenti dal caffe’ troppo lungo e dalla sigaretta compulsiva, per evitare perdite di tempo negli uffici, dove la macchina amministrativa spesso va al rallenty, ma ahinoi! tutto peggio di prima.
Eclatante il caso di un responsabile che, a tutte le ore lavorative, e’ fuori il portone del comune a “spippacchiare” …..ma non ha NULLA da fare??? e perche’ nessuno gli dice NULLA???
In alcune amministrazioni serie e’ stato regolamentato  la pausa caffe’-fumo con il recupero dei minuti spesi in tale rigenerazione e a Roccasecca??? pare che  ogni dipendente possa fare il proprio comodo senza  sentirsi  in dovere di risponderne a NESSUNO.
Eppure e’ un grave illecito, il frequente allontanarsi dal posto di lavoro in assoluta arbitrarieta …o no??? e si potrebbe  configura quindi anche un danno nei confronti del proprio datore di lavoro ( nella fattispecie di NOI CITTADINI)  per ridotta produttività… o no?
Insomma all’ inefficienza ed all’ inefficacia ci si associa pure il far trascorrere il tempo con la sigaretta in bocca passeggiando davanti al Palazzo- sede lavorativa. ….
Roccasecca e’ un paese normale ???

SINDACO SACCO,
ORGANIZZIAMO MEGLIO IL PERSONALE E SOPRATTUTTO VIGILIAMO!
MAD E SAF/ SEMPRE PIU’ VELENI !…. IL SINDACO GIUSEPPE SACCO «INGUATTA» I REPORT DI ISPRA-CNR  E A ROCCASECCA AUMENTANO MALATTIE E  MORTI X CANCRO.
Non e’ la prima volta che il neo sindaco di Roccasecca, Giuseppe Sacco, cade in vergognosa contraddizione !
Da consigliere di minoranza sollecitava Giorgio ad emettere ordinanza di chiusura della Discarica gestita dalla MAD e gli rimproverava di tenere nel cassetto e non rendere pubblici i REPORT di ARPA LAZIO.
Da sindaco e’ diventato emulo di Giorgio:- Non ha emesso ORDINANZA DI CHIUSURA e tiene nel cassetto i risultati dell IRSA-CNR… perche????
Perche’ dovrebbe  CHIUDERE la DISCARICA…. visto che sono cosi’  inquietanti, i dati degli altri pozzi esaminati, l` IRSA, che ha certificato l’ aumento esponenziale della presenza di – manganese, ferro e arsenico nonché dei pericolosi solfati.

Il Comitato «Basta Eternit- Fibra Killer», venuto in possesso dei suddetti dati IRSA-CNR e li ha postati sulla pagina di facebook e il presidente Danilo Chiappini li ha condivisi con queste accorate parole
Sta nella abilità di questa amministrazione comunale buttare nel silenzio la questione discarica di Cerreto. Infatti nessuno vi dirà mai che è pervenuto a questo comitato la relazione trimestrale dell’IRSA CNR datata 27/03/2017 , dove i dati non solo non sono rassicuranti, ma segnalano un incremento esponenziale del manganese, ferro e arsenico nonché dei pericolosi solfati all’interno della stessa!! ma nessuno ne parla, perché? Fa comodo così?. Da quando è entrata in carica questa amministrazione abbiamo notato già da subito che la situazione non sarebbe cambiata, ma di contro peggiorata. Purtroppo a farne i conti, siamo sempre noi umili cittadini! Una domanda rivolgiamo al sindaco di pochi intimi! Come mai non fa uscire i risultati del CNR? Come mai non parla più della discarica di cerreto? Come mai nonostante si sia affiancato ad associazioni, istituzioni comunali, regionali e statali nonché a coordinamenti fasulli, non riuscite a dire la verità ai vostri elettori, che tanto erano convinti della svolta, ma soprattutto ai cittadini dei paesi limitrofi? Noi del comitato Basta Eternit, parliamo perché, l’evidenza è talmente palese, ma non vi diciamo che voi siete peggio di qualche altro, vi diciamo che voi siete il peggio del peggio di tanti altri!!
LA PALESTRA DELLA SCUOLA ELEMENTARE-DEGRADO E SCHIFO DENTRO E FUORI!,…..INDEGNO DI UN PAESE CIVILE!

La palestra della Scuola Elementare di Roccasecca Centro, frequentata, oltre che dai piccoli scolari, anche dagli anziani dell’ Universita’ della Terza Eta’ che ivi  svolgono la disciplina motoria, versa in condizioni igienico-sanitarie pietose.
Altro che #scuolabella, il plesso scolastico di Roccasecca Centro!….Al  dubbio piu’ che fondato che la scuola elementare della Piazza Longa non sia munita di regolare certificato di staticita’ urbanistica, si unisce la certezza che essa fa «SCHIFO», non ricevendo l’ ordinaria e la straordinaria manutenzione.
Ma gli ausiliari cosa fanno durante le ore lavorative, se la palestra versa in un aberrante stato di degrado ed abbandono con i servizi igienici luridi?
E chi ha l’ obbligo di tenere il cortile pulito da erbacce che stanno diventando una vera e propria boscaglia dove nidificano tutti quei bei animaletti (topi, serpentelli, zanzarotte etc.)??   Una palestra cosi’ squallida e sporca, con l’ indecente  biglietto da visita dello spazio antistante  abbandonato nell’ incuria, mai vista!
Nessuno richiede l’ intervento della USL??? Ma i genitori dei pargoli che frequentano il suddetto plesso sono ciechi e/o avvezzi a sguazzare nel lordame ???…. per loro la pulizia e’ un optional???
E che dire di  quelle spalliere «scassate»  con qualche altro attrezzo ginnico fuori uso che rendono ancora piu’ squallido un ambiente???
Non si pretende mica la luna ?!? ma una tinteggiata, una scopata ed una  lavata del pavimenti sarebbe piu’ che doverosa per scongiurare le conseguenze sanitarie dovute alla scarsa igiene…o no?!?
E poi disquisiscono sulla «mens sana in corpore sano» !

RACCOLTA DIFFERENZIATA «PORTA A PORTA!….CONSEGNA BUSTE A DOMICILIO….MA ANCHE NO….E LA GIUNTA SACCO NON CONTROLLA

AVVISO


La Giunta Sacco, non mette lingua sulla bonta’ o meno del servizio di raccolta differenziata svolta dalla Sangalli Giancarlo & C., ma gia’! e’ in attesa della scadenza (2018) per pronunciarsi in merito e/o pensare alla sostituzione.
La giunta Sacco tace in merito alla bonta’ o meno del progetto #RoccaSecco.0 dove in corso d’ opera e’ avvenuto un decesso di una unita’ lavorativa e pare non ancora rimpiazzata, come non mette lingua sulla improvvisa riduzione del periodo di lavoro degli operatori, da 11 mesi a 7 mesi.
La Giunta Sacco tace anche oggi che la ditta Sangalli Giancarlo &C sta consegnando a domicilio il kit dei sacchetti della «differenziata»…..Nessuna comunicazione in merito sul sito   ufficiale del Comune.
Comunque non e’ la Sangalli che sta consegnando i sacchetti, bensi’ la GECO SERVICE soc. Coop A R.L.
E’ a conoscenza di questo presunto subappalto??? Se si’, il Comune di Roccasecca lo ha contrattualizzato con la Sangalli???
Detto cio’, e’ doveroso mettere al corrente l’ Amministrazione Sacco ed in particolare il delegato a «rifiuti» o chi per esso, che gli operatori della ditta -GECO SERVICE-effettua la distribuzione negli orari mattutini, quando la maggior parte della gente lavora o e’ fuori a fare la spesa lasciando un biglietto con l’ invito a recarsi nelle piazze principali di venerdi’ ad orari allucinanti 13-14 e 14.30-15.30.
Questo e’ il servizio «Porta a Porta» che caro costa ai Roccaseccani ???
E se l’ utente e’ disabile, cosa e’ previsto nella consegna???…. Ma un avviso di un secondo passaggio, no eh!
Ultima cosa:- quanti sacchetti tra umido, plastica e secco devono consegnare???
Se qualcuno lo sa informi la cittadinanza…Grazie !

Previous Page · Next Page