Crea sito
MARSELLLA E DI CIOCCIO, CULTORI DELLA POLTRONA, NO DELL’AMBIENTE! COME SACCO ! L’ UNIONE 5CITTA’ HA GIA’ UN ECOCENTRO costato €1.000.000

ECOCENTRO di proprietà dell’ Unione Cinquecittà

#Roccasecca ha già dato in termini di autoinquinamento ambientale, con MAD e SAF…. #RoccaseccaLibera rende noto che non c’ è alcuna necessità di implementare un nuovo Centro Raccola Rifiuti a Via San Vito, visto che a Piedimonte San Germano esiste un amplissimo ECOCENTRO di proprietà dell’ Unione Cinquecittà di cui Roccasecca è città capofila.
Tale Centro Raccolta, costato 1.000.000,00 di euro, è tato finanziato con fondi europei, come la raccolta differenziata costata 2.500.000 mila euro.
Ed ora #Cambiamo ha deliberato un altro Centro Raccolta comunale….. a che gioco stiamo giocando, sindaco Sacco???
Ora basta! i Roccaseccani, sono stati umiliati ed offesi da Giorgio-sindaco per 15 anni, da tutti i sindaci dell’ Unione Cinquecitta’ ed ora da, un anno e mezzo, anche da Giuseppe Sacco-sindaco che governa all ‘ insegna di #Cambiamo, quest` ultimo (Sacco) già da consigliere di minoranza, con l’ opposizione di facciata.
#RoccaseccaLibera, il Comitato «NO TARSU» ed il Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» sono state le uniche forze oppositive che hanno marcato stretto e lo stanno facendo a tutt’oggi i goveranti cittadini e l’ Unione Cinquecittà denunciandone i soprusi e gli inciuci reclamando ad ogni piè sospinto, TRASPARENZA.
E’ appena il caso di ricordare che dicemmo all’ allora Consigliere di minoranza Giuseppe Sacco, di spiegare ai cittadini di Roccasecca, cosa aveva prodotto pro-Roccasecca durante il suo mandato all’ Unione, quali azioni concrete per difendere Roccasecca dalle fameliche mire poltronistiche del Sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota sempre da lui difeso, sin dall’ inizio da quando ebbe la brillante idea di indire il I° Consiglio dell’ Unione dopo l ‘ auto-esclusione di Roccasecca alla “decisione storica” della Raccolta Differenziata unitaria di Colle San Magno, Aquino, Villa, Piedimonte.
Quel Consiglio Cinquecittà al Comune autoesclusosi fu uno schiaffo, fu inopportuno e solo umiliazione per Roccasecca ed i Roccaseccani, come scrissi nel post che Sacco ebbe l’ ardire di contestarmi dai giornali, solo per difendere il Di Nota.
Quel Di Nota Antonio che durante la sua presidenza all’ UNIONE umiliò Roccasecca con l’ aumento della quota associativa da 1 a 5, portando la quota del Comune di Roccasecca a 40mila euro.
E pure il successore Libero Mazzaroppi, non fu da meno.
Caro Sindaco Giuseppe Sacco, Lei ha il dovere di rispondere a queste domande che i «Liberi e Forti” pongono:
-L’ UNIONE CINQUECITTA’ CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013.2014-2015-2016-2017???
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA ALL’ UNIONE CINQUECITTA’ ?
-INDIRE UN REFERENDUM, SE USCIRE O RIMANERE NELL’ UNIONE
E L’ Unione Cinquecittà spieghi
CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L’ ECOCENTRO?
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO?
– PERCHE’ L’ AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVE, ALLA SOLA ROCCASECCA ?

(Visited 100 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*