Crea sito
Category Archives: Senza categoria
 I^ BILANCIO DELL’ AMMINISTRAZIONE SACCO…..CITTADINI SEMPRE TARTASSATI CON TARI-TASI-IMU E INDEBITATI FINO AL 2044.

Roccasecca – Foto di Ciociariaturismo.it


Un debutto deludente quello di #Cambiamo…Il bilancio 2017 approvato dalla sola maggioranza, visto che la minoranza (Gabriella Giorgio, Giovanni Giorgio e Antonio Abbate) ha deciso di abbandonare l’ aula dopo che quest’ ultimo ha letto uno stringato comunicato di dissenso al bilancio ritenuto corretto nella forma ma debole nella sostanza, non contenente garanzie di crescita e rilancio dell’ economia.
#RoccaseccaLibera, invece, e’ stata presente fino alla fine dei lavori di relazione ed approvazione consiliare, si fa cosi’ per dire, visto che l’ opposizione ha abbandonato l’ aula, senza interazione.
Se abbia fatto bene o male, non e’ facile giudicare, visto che in effetti i margini di discussione ridotti al lumicino visto che bilancio preventivo 2017-2019 era in perfetta continuita’ con la precedente amministrazione, niente di piu’ e niente di meno vista la situazione disastrata trovata.
Che il settore economico abbia cercato di aggiustare i conti, con molta buona volonta’, e’ evidente, ma il buco e’ cosi’ profondo che neppure negli anni a venire potra’ essere sanato con questi «modus operandi» senza sprint e pochissime idee.
I parametri della stabilita’ rispettati, ma crescita e rilancio economico con questi conti :- mmmmmmmmmmm!.
#Cambiamo, nelsuo primo bilancio,  ha mantenuto per TARI-TASI-IMU, le stesse tariffe stellari di Giorgio, quindi, nessun risparmio per le tasche dei tartassati cittadini come promesso in campagna elettorale.
Se le aliquote tariffarie sono rimaste le stesse per tutti, le famiglie con portatori di handicap potranno godere della riduzione del 50%  dell’ aliquota TARI.
Quindi, a tutte le unita’ familiari interessate, #RoccaseccaLibera consiglia di produrre domanda per usufruire di tale beneficio.
Comunque, l’ assessore al bilancio, Patrizia Delli Colli, ha assicurato alla scrivente di darne ampia pubblicita’ in collaborazione con il responsabile dell’ Ufficio Tributi.
Altri nuovi beneficiati, le famiglie che abitano nei pressi delle discariche di Tore e Pantanelle, bonificate, ma anche NO, come portato alla luce dal presidente del Comitato « Basta Eternit-Fibra Killer» Danilo Chiappini, chiaramente oltre alle famiglie della discarica di Cerreto…
In aggiunta, qualche cosina, poca roba per il turismo (?), la scuola e l’ ambiente, se non ho capito male 18mila euro per il progetto che dovra’ sviluppare l’ Universita’ di Cassino.
Insomma, un bilancio deboluccio, dove spicca l’ INDEBITAMENTO con la Cassa DD e PP. fino al 2044.
Del gettito che da’ la Discarica di Cerreto tramite la SAF, del gettito che da’ la RACCOLTA DIFFERENZIATA, (il famoso 15% del ricavato che la Sangalli vende) ed altri gettiti , non e’ dato sapere.
INTRASPARENTE GIORGIO….. INTRASPARENTE SACCO
E’ cosi che si risanano le casse del Comune di Roccasecca???

ECCO LA FAMOSA PISTA CICLABILE, COSTATA 70MILA EURO !….. E #CAMBIAMO   NON DENUNCIA….. PERCHE’ ???…VERGOGNA!

Pista ciclabile – Roccasecca


E’ una bizzaria  tutta roccaseccana quella di #Cambiamo che non denuncia apertamente le anomalie amministrative riscontrate sin dall’ atto dell’ insediamento – giugno 2016.
Eppure sono sotto gli occhi di tutta la cittadinanza le infinite «magagne» commesse dall’ Amministrazione che ha preceduto #Cambiamo !
Eclatante, la famosa «pista ciclabile», quel  TRATTURO per cavalli di 578,60 m. con staccionate trucide, costone pericolo caduta sassi, che dalla Casilina arriva alla Via Montello-Via Casilina-stradina dirimpetto al campo sportivo Lino Battista, costata ben 70mila euro,  inaugurata in pompa magna dall’ ex amministrazione Giorgio il 23 novembre 2014, che attualmente  versa in uno stato di indicibile degrado ed abbandono senza l’ opportuna-doverosa  manutenzione ne’ dell’ amministrazione Giorgio, ne’ dell’ amministrazione Sacco.
Troppo costosa??? soldi pubblici spesi male??? Certo che si’ …. comunque la Magistratura di Cassino pare che stia indagando su denuncia di un cittadino e addirittura pare che un tecnico e le ditte esecutrici dei lavori, chiamati «alla sbarra».
I cittadini si chiedono e chiedono alla nuova Amministrazione in carica:- Ma e’ mai possibile che avete trovato queste «cosucce» e siete rimasti inerti a fare solo OH! come i bambini???
Apparentemente, non un atto, non una pubblica accusa, non un sano interessare chi di dovere, inclusa la Corte dei Conti.
In quasi un anno, prodotti pochi atti amministrativi e pubblicati all’ albo pretorio on-line  pure a salterello e simpatia, #GiorgioStyle….. Poca, anzi pochissima  TRASPARENZA!
La triste realta’ Roccaseccana e che circola per Roccasecca questo comune sentire:  «Scart frusc e pigl primera»

LA CICLOPISTA DI GIORGIO TRATTURO EQUESTRE….
OGGI
BOSCAGLIA IMPRATICABILE!
ALLUCINANTE! BLOGGER COSTRETTA A DIFFIDARE E DENUNCIARE IL COMUNE DI ROCCASECCA!

Foto del 1988 .Come era la mia casa al momento dell`acquisto.


Come e` la mia casa attualmente …Vedete voi qualche imperfezione. Vedete voi qualche aumento di cubatura ???


L’ ODISSEA PROCESSUALE  DELLA  BLOGGER, ANNA MARIA ROSSINI,  SCOMODA ED INVISA AL «PICCOLO POTERE»  ROCCASECCANO CONTINUA …
La surreale vicenda giudiziaria della scomoda blogger di Roccasecca, sta assumendo risvolti davvero grotteschi, paradossalmente assurdi.
E non siamo su «scherzi a parte», garantito!…la cosa si sta facendo maledettamente seria, con un intreccio:- «Mala Giustizia» del Tribunale di Cassino e  «Mala Gestione» del Comune di Roccasecca».
La blogger, come e’ notorio, e’ stata rinviata a giudizio‭ ‬ nel procedimento penale n.‭ ‬2014/16‭ ‬R.G.N.R.,  su informativa di reato del Comando della Polizia Locale del Comune di Roccasecca che un GIP del Tribunale di Cassino, prendeva per oro colato, ignorando l’ esaustiva memoria difensiva.
Poiche’ l’ impianto accusatorio del vigile, nonostante la sua presa visione della foto dei manufatti incriminati risalente all` anno di acquisto 1988,   era basato su presunti discostamenti planimetrici risalenti all’ anno di grazia 1988 (lavori del terremoto 1984), la suddetta si accingeva a mettere in atto ulteriori atti difensivi, partendo proprio dalla richiesta di accesso a quegli atti, per cui si ritrovata imputata.
Ha prodotto, non una, ma ben due richieste, una in prima persona e l’ altra dando delega, ben remunerata,  ad un geometra.
Trascorsi abbondantemente i termini di legge e non ricevendo risposta, si dava ulteriore tempo con DIFFIDA….. ma neppure con Diffida si degnano di evaderele istanze…..a questo punto alla blogger non e’ rimasto che produrre formale ESPOSTO alla Procura della Repubblica-Tribunale di Cassino- tramite il Comando della Stazione dei Carabinieri di Roccasecca-
Amara constatazione:- l’ inerzia dell’ Amministrazione Sacco e’ pari a quella dell’ Amministrazione Giorgio, che tanto nocumento ha procurato,  architettato su falsi atti che oltretutto non si trovano, visto che non mi si concede l’ accesso,
E a cosa e’ dovuta cotanta inerzia se  l’ informativa di reato prodotta dal vigile era su carte certe???
Perche’, ad oggi,  non mi sono sfornite dette  carte??? Qualche dipendente  dice che « non si trovano»…. E se non si trovano, qualcuno, forse, avra’ avuto interesse a farle sparire???,,, A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. diceva Andreotti
Intanto, si avvicina il 30 giugno ed Io devo andare davanti al Giudice a rispondere di reati non commessi e di cui il Comune non mi fornisce gli atti  su cui il vigile ha basato l’ informativa di reato.
Ad onor del vero, dopo la DIFFIDA,  il nuovo comandante della Polizia Locale, ha aperto un ` indagine nel ruolo di P.G… il sindaco Sacco mi ha inviato per conoscenza, la nota di  sollecito ai settori di competenza ad avadere l’istanza nei modi e nei termini richiesti ….. Sindaco! le istanze sono 2 no una!….. e il segretario comunale Colacicco mi ha scritto direttamente informandomi che avrebbe sollecitato il Responsabile del 1 Settore al rilascio della documentazione richiesta e udite!…udite!…aggiungedo:-  nel caso dovesse perdurare l’ inerzia dell’ Amministrazione, me ne voglia darmene notizia per l’ adozione dei  provvedimenti conseguenti.
Caro Segretario, se ha sollecitato, sicuramente il Responsabile la informera’ prontamente e direttamente….comunque,  La informo che, ad oggi, tale vergognosa inerzia perdura.
Comunque se la DIFFIDA non ha sortito NULLA ….la DENUNCIA ???#
Nonostante tutto, fiducia massima nella Magistratura GIUSTA, che il 30 giugno p.v. metta fine all’ ODISSEA GIUDIZIARIA DELL’ INNOCENTE BLOGGER!

DOPO QUASI UN ANNO DI #CAMBIAMO, ROCCASECCA SEMPRE PIU’  NEL DEGRADO…. SACCO, TEMPO SCADUTO!…..
E’ proprio vero, a Roccasecca, sono cambiati i musicanti ma la musica e` sempre la stessa:- degrado ed abbandono.
Eppure, i nuovi governanti erano partiti in quarta e con il piede giusto, grazie proprio all’ assessore alla Manutenzione, Decoro Urbano e Viabilita’, Antonio Colantonio e tanti bravi volontari che, spesso e volentieri si attivavano con decespugliatori, scope e scopette spalmando i selfi su facebook con tanti like/
Che fine hanno fatto??? gia’ stanchi della gratuita e socialmente- apprezzabile prestazione???
Dopo un anno di governo non ci si aspettava che il sindaco Sacco e la sua giunta avessero risolto gli annosi problemi cronici di bilancio, ma  quelli di rendere trasparente l’ azione amministrativa, di azzerare lo sperpero di pubblico denaro e la cura ed  il decoro urbano, queste cose, ci si aspettava.
Ma neppure il minimo sindacale, come si suol dire :- Roccasecca ripiombata nel degrado, discariche abusive, come quelle dei fossi in prossimita’ del Bivio che dopo la segnalazione del Comitato « Basta Eternit- Fibra Killer» sono state bonificate.
E a proposito di Bivio, ancora una volta, come Comitato ambientalista, siamo a segnalare che la famosa ex Casa Cantoniera concessa in affitto dalla Regione Lazio al Comune di Roccasecca, ad € 111,26 mensili, per 6 anni,  e’ inutilizzata e nuovamente immersa nella immensa foresta incolta dove  proliferano zanzare, zecche, topi, serpi e simìli, per non parlare delle esalazioni nauseabonde serotine.
Ed ancora sperpero di pubblico denaro, essendo abbandonata e degradata…. cosa e’ cambiato con #Cambiamo ??? NULLA…. Affittata da Giorgio e inutilizzata da #Giorgio e #Sacco.
Ma del decoro delle strade nei pressi della stazione, ne vogliamo parlare??? Zero….. come si puo’ ben vedere dalle foto segnaletiche di oggi, arrivate al Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer».
Con il presente post, un sereno e rispettoso invito, al Sindaco Giuseppe Sacco ed al Responsabile dell’ Ambiente, Tommasino Marsella, a bonificare la foresta dell’ abbandonata «Casa della Cultura e del Sociale», ovvero l’ ex Casa Cantoniera del Bivio e le vie circostanti la Stazione.
Il Comitato, coglie l’ occasione per rendere pubblico  che e’ in corso l’ organizzazione di una giornata ecologica della «PULIZIA DELLE STRADE»
BILANCIO 2017, IL PREFETTO DIFFIDA SACCO :-L’ OK ENTRO 20 GIORNI DAL 06.04.2017 O SCIOGLIMENTO..SU ROCCASECCA INCOMBE IL COMMISSARIAMENTO
Nessuno ne parla, ma sul Comune di Roccasecca incombe l’ arrivo del Commissario prefettizio, non avendo il Consiglio Comunale approvato il bilancio preventivo proiettato su tre anni (2017-2019.
E, visto che l’ assise roccaseccana  non ha ottemperato all’ approvazione del bilancio preventivo 2017, entro il 31 marzo e’ iniziata la procedura sanzionatoria prevista dal comma 2 dell’articolo 141 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 (diffida ai comuni inadempienti, eventuale nomina del commissario ad acta e scioglimento del consiglio comunale – art. 141 comma 2 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267.
Per la precisione, il prefetto dott.ssa Emila Zarrilli ha inviato nota datata 06.04.2017, che diffida il Consiglio dall’ adempimento di approvazione del bilancio entro il termine di 20 giorni a partire dal 06.04.2017 …..
Ma tale DIFFIDA e’ stata notificata a Sindaco e a tutti i Consiglieri (di maggioranza e di minoranza)?….Certoche si`… ma a quanto pare,  tutti se ne son  guardati bene dal darne l’ opportuna pubblicita’ alla cittadinanza.
Eppure e’ una nota sanzionatoria, non una bazzecola, che dovrebbe far riflettere TUTTI I CITTADINI :-Su Roccasecca incombe lo scioglimento del Consiglio Comunale …capito???…
Non farsi abbindolare da #Cambiamo, maggioranza consiliare, che dai giornali irridendo l’ opposizione che gli aveva contestato l’ indizione di un Consiglio con un sol punto all’ ordine del giorno e non certo la discussione del bilancio se ne esce arrogantemente piu’ o meno cosi’  :- la maggioranza e’ nei termini per approvare il bilancio avendo tempo fino al 26 aprile.
Si’,  il termine perentorio che gli ha concesso  il Prefetto, che se non lo rispettano sono «membri acidi» per loro e per i roccaseccani.
#RoccaseccaLibera e’ consapevole che e’ una bella grana per l’amministrazione guidata da Giuseppe Sacco, che ha ereditato una situazione pesante: -il Comune per ripianare i debiti degli ultimi 10 anni  si è indebitato fino al 2043. E, visti i numeri, non sarà facile redigere il bilancio per i prossimi tre anni. La scommessa sarà contenere le spese continuando a garantire i servizi essenziali ai cittadini.
Come si suol dire:- la coperta e’ corta…. e forse per questo il Responsabile Economico si sta lambiccando il cervello.
Ci riusciranno i nostri prodi ad approvare il bilancio 2017 entro il 26 aprile 2017???
Ma se si continua con lo sperpero del pubblico denaro con i Consigli Comunali con un sol punto all’ ordine del giorno, come quello di ieri che vede approvata la convenzione con il Comune di Piedimonte per lo stesso segretario comunale da dividere in due, visto che Arce si era defilata per scaricare il Segretario Comunale che Roccasecca e Piendimonte si tengono ben stretto…
Per Arce non e’ buono….per Roccasecca e’ buono … mah! meditate gente!
E’ vero che il  giovedi’ i dipendenti comunali sono negli uffici per il rientro pomeridiano…. ma la contestazione di #RoccaseccaLibera inerisce il costo vero e proprio del Consiglio con i gettoni di presenza…  a propositi, a quanto ammonta???   meditate roccaseccani!
Comunque, in fiduciosa attesa del 26 e che Dio protegga i roccaseccani!
Oggi mi sento amata dal prossimo e da Dio!
Tutto e’ bene quel che finisce bene, nonostante l’ occhio destro tumefatto, l’ arco sopraccigliare gonfio e 4 punti, dopo il ruzzolone di questa mattina  davanti alla Scuola Elementare che mi ha messo fuori uso l` arco sopraciliare e con escoriazioni alle mani e al ginocchio.
Ero tutta intenta a fare la maratoneta, quando i piedi inciampano e “patapunfete”….Tanta paura per il fiotto di sangue dalle piccole ferite provocate dagli occhiali che sembravano enormi come il bozzo al sopraciglio destro…. I primi soccorritori, un signore che si e` fermato con la sua autovettura premurosamente mi ha dato la mano e tirata su…poi sono intervenuti Loredana Manente che ha preso sollecitamante i fazzolettini per tamponare il sangue e con il consulto di Angelo Ciampa pensavano che fosse il caso di ricovero al pronto soccorso, intanto si e` fermato il pronipote Luciano Rossini che mi ha accompagnato alla vicina farmacia Fischietti, dove la dottoressa Vittoria ha provveduto a tranquillizzare tutti che il caso non era poi cosi` grave, mentre disinfettava con acqua ossigenata… nelle more e` arrivata la nipote Maria Lucia Rossini che ha preso  sotto controllo la situazione, come solo lei sa fare…. ha preso ghiaccio, e cominciato a tamponare il bozzo facendomi un male terribile con Luciano che fungeva da infermiere con fazzoletti imbevuti e ossigeno disinfettante….
Insomma la farmacia in subbuglio, con gli utenti premurosi al mio caso che pazienti aspettavano che la dott.ssa Vittoria terminasse di mettere o 4 puntini finti e mi dava istruzioni di non toccare e/o rimuovere fino alla caduta in autonomia con qualche cicatrice.
Preoccupata per la cicatrice, venivo rassicurata da Luciano con queste parole sdrammatizzanti:-Tranquilla zia Anna, poi ti fai il botulino e tutto torna a posto…..
Insomma dopo circa un’ oretta uscivamo dalla farmacia ben curata nel corpo e nello spirito. Sono grata a Dio per come e` andata ed a @Loredana Manente, Angelo Ciampa, Luciano Rossini, Maria Lucia Rossini, alla dottoressa Vittoria della Farmacia Fiaschetti ed a un signore sconosciuto per il pronto intervento, l` aiuto e la umana solidarieta`. a me incidentata con un “patatunfete”
Mille grazie a tutti compresi gli amici di facebook, che mi hanno messaggiato  e commentato  dimostrando tutto il loro affetto e solidarieta’.
Oggi ho avuto la certezza di essere  anche molto amata e nel momento del bisogno, i  Roccaseccani parenti e non ci sono sempre
Grazie!…. Grazie!…. Grazie!
 «Run for Parkinson’s 2017» tra i borghi di Roccasecca
Sabato 1 aprile 2017, si e’ svolta tra i borghi Castello-Caprile di Roccasecca (FR) l’annuale  manifestazione podistica non competitiva, «Run for Parkinson’s 2017», aperta a tutti che coinvolge ogni anno  più di 50.000 persone con oltre 400.000 Km percorsi, di corsa o camminando.
Run For Parkinson’s (una manifestazione nata in Spagna nel 2010 e approdata nel 2011 anche in Italia grazie al supporto dell’Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani onlus) rinnova il suo obiettivo di far conoscere in modo approfondito questa malattia puntando, appunto, su una corsa non competitiva che coinvolge, tra aprile e maggio, una serie di città, tra cui la citta’ che dette i natali a San Tommaso d’ Aquino, Roccasecca.
Per la prima volta, anch’ io, ho testimoniato la vicinanza, solidarietà e sostegno ai malati e alle loro famiglie, e cio’ mi ha molto emozionato e gratificato.
Tanti incontri di amici che non vedevo da anni ed al momento dell’ iscrizione al gazebo, c’ e’ stato persino  un siparietto tra me ed una giovane volontaria figlia della mia amica Vera Bastanelli e dell’ ex vigile di Roccasecca, Ercole Marsella:- Anna Maria Rossini, blogger, ti ho riconosciuta, sono la figlia di Ercole e Vera… piacere, salutami la mamma ed il papa’, mi raccomando…..ti aiuto a mettere il numero 5018…. grazie tante .
Un grazie di cuore al Presidente Tommaso Ranaldi, che, che con il suo invito personale, mi ha concesso questo onore di poter partecipare per  condividere questa bellissima esperienza di arricchimento personale.

I fossati lungo la Via Casilina, trasformati in discariche abusive… si intervenga!
La Via Casilina, nel tratto del Comune di Roccasecca, sta rischiando di diventare una lunga  vera e propria  serpentina discarica a cielo aperto. A lanciare l’allarme è i Comitato «Basta Eternit- Fibra Killer» preoccupato  per le numerose segnalazioni ricevute dai propri associati e residenti.
Il degrado e la sporcizia (buste colme di immondizia e rifiuti vari) che traboccano dai fossi situati dinanzi alle abitazioni, dono degli incivili delinquenti,  sta diventando preoccupante pensando all’ arrivo della bella stagione.
Ad aggravare la situazione ci si mettono pure gli operatori ecologici che tagliano l’ erba e la buttano nei fossati otturando cosi’ i buchi di scolo, costringendo i cittadini residenti una volta l’ anno a doverli liberare.
Ma i residenti che hanno sempre svolto quel civico servizio, sono diventati anziani e non ce la fanno piu’, cosi’ mi e’ stato riferito.
Ma il vero problema sono le intere buste di immondizia che stanno facendo diventare i fossi della Via Casilina, prossimita’ Bivio, ricettacolo di indecenti incivili piccole discariche.
Eppure a Roccasecca la raccolta differenziata ha fatto registrare un atteggiamento virtuoso dei cittadini, tanto che  non si puo’ pensare che gli stessi vadano ad inquinare la Via Casilina…. allora chi sarebbero gli inquinatori maleducati???
Comunque, in attesa di un maggior controllo, auspichiamo una sollecita bonifica  quei fossati  di Via Casilina da parte delle autorita` competenti
GIUNTA SACCO/ L’ ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DI INCOMPETENZA MISTA A PRESUNZIONE, L’ ITER ALLUNGATO SU «MORATORIA», PUR DI NON APPROVARE L’ ITER ACCORCIATO DI ABBATE &C.
I Roccaseccani pare che stiano dormendo  sonni tranquilli con l’ amministrazione Sacco, lasciandosi ammaliare dalle belle parole delle «VUOTE AZIONI», soprattutto in materia ambientale.
Tanto per ricordare ai dormienti:- lo stato di salute della popolazione residente vicina e lontana  già risente degli impatti ambientali della Discarica di Cerreto e SAF, tanto che il rapporto ERAS del Dip. Epidemiologico della Regione Lazio evidenzia l’aumento della patologie legate all’inquinamento nella popolazione residente nelle aree ove sono presenti discariche e termo valorizzatori.
La Giunta Sacco, tutto questo lo sa, ma sin dall’ insediamento, ha affrontato la delicata questione della salvaguardia dell’ ambiente e del territorio, sempre con azioni sbagliate e fuorvianti, con molto sperpero di pubblico denaro, prediligendo la strada delle soft  lungaggini burocratiche, che lasciano il tempo che trovano, tanto da far pensare che ci sia un retropensiero di non volonta’ a risolvere l’ annoso problema della «discarica di Cerreto» e dell’ ambiente del territorio roccaseccano.
Eppure,  la giunta Sacco e’  “FULL” di ambientalisti ventennali da cui i cittadini si aspettavano «scintille ambientali», a cominciare dall’ ordinanza di chiusura sindacale…che mai e’ avvenuta e mai avvera’ se si procede ancora con questo andazzo burocratico del sindaco Sacco e giunta- ambientalista, silente, si e’ destinati a dare all’ ERAS dati piu’ corposi.
Ieri, la prova provata dell’ inettitudine e dell’ arroganza dell’ Amministrazione Sacco, e’ stata data al consiglio comunale con la bocciatura della proposta dei consiglieri di minoranza, arch. Antonio Abbate &C, idea del Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» con all’ oggetto :-“Azioni ed interventi per la salvaguardia ambientale del territorio del Comune di Roccasecca”- consistente in una variante al vigente Piano regolatore, previo l’inserimento in esso di una norma di salvaguardia ambientale – cosiddetta  «moratoria», consistente nel divieto di collocazione ed esercizio nel territorio di Roccasecca di nuovi impianti di trattamento e smaltimento dei RSU o di ampliamento e potenziamento di quelli esistenti, nonché di impianti industriali per la produzione di energia da biomasse e di compostaggio, con esclusione di quelli dedicati ai soli fabbisogni della comunità e dei cittadini di Roccasecca e di quelli di recupero e riciclo delle frazioni differenziate dei rifiuti.
Praticamente, la proposta veicolata dal Comitato  «Basta Eternit-Fibra Killer», tramite i Consiglieri di Minoranza Abbate & C. chiedeva  di variare immediatamente le norme tecniche del PRG per l’inserimento del divieto di costruire nuove discariche ed ampliare quelle esistenti ed altro.
Ma, come e’ stato detto, tale iter abbreviato di stoppare l’ ampliamento della discarica ed implementazione di nuove etc con NORME TECNICHE BEN PRECISE nel PRG.,  e’ stato bocciato dalla maggioranza del Consiglio che ha invece scelto l’ iter lungo, quello di inserire nel Piano Regolatore Generale il divieto di costruire nuove discariche ed ampliare quelle esistenti.
Per schiarire le «cervella» ai dormienti roccaseccani:-mentre la  proposta della Maggioranza, approvata da Consiglio, dà indicazioni ed impegni, circa il citato divieto, da inserire nella redigenda variante, per l’ esecutivita’ della quale passeranno anni ed anni… quanti. non si sa….
-la proposta della Minoranza, al contrario, chiedeva  di variare immediatamente le norme tecniche del Piano per l’inserimento del divieto stesso.
Abbate e Giorgio hanno dato «scacco matto» a Sacco con la presentazione della «moratoria» del Comitato « Basta Eternit-Fibra Killer»  che tanti Comuni della Valle del Sacco stanno approvando, molto articolata e ben diversa da quella approvata tre mesi fa dalla giunta Sacco, tanto per essere chiari.
Sacco, sentendosi sotto «scacco» ha, goffamente, arginato il colpo con quella ridicola mozione, della lungaggine dell’ iter «moratoria», con  l’ invito al tecnico già incaricato di redigere la variante al piano regolatore a recepire la delibera sul principio di precauzione adottata a dicembre 2016, che costera’ lacrime e sangue ai cittadini di Roccasecca e non solo.
I tempi lunghi, piacciono tanto a Sacco & C. e non si riesce proprio a capire le vere motivazioni …… perche’ infinocchiare cosi’ subdolamente i concittadini???
Il serio tema dell’ ambiente e’ stato approcciato male…. molto male…. dalla giunta di #Cambiamo e finira’ peggio….. Sapevatelo!
Ieri e`stato un giorno triste per I Roccaseccani che anelano ad un ambiente sano e salubre!
MAD e SAF ringraziano!
ARCE SI DEFILA DALL’ UFFICIO DI SEGRETERIA CONDIVISO CON ROCCASECCA E PIEDIMONTE S.G., PER «CACCIARE»  IL SEGRETARIO COMUNALE MAURIZIO COLACCIO.

Editoriale Ciociaria del 26/03/2017


Il sindaco di Arce, Roberto Simonelli, ha dichiarato alla stampa che domani si terra’ un consiglio comunale ad hoc per  mandare via dal Comune Maurizio Colacicco, il segretario che condivide con Roccasecca e Piedimonte.
Quindi, non una «cacciata» diretta, bensi’ la strategia soft  dell’ uscita dalla Convenzione.
Allora, il dott. Maurizio Colacicco-rimarra’ nei comuni di Roccasecca e Piedimonte a fare il segretario forse con piu’ ore a disposizione.
Pesanti sono le contestazioni che il sindaco Simonelli muove al funzionario in uscita:-

Alcune  legate a vicende specifiche, mentre altre sarebbero riconducibili allo scarso lavoro di coordinamento che il segretario avrebbe dovuto svolgere nei confronti dell’intera organizzazione civica. Troppe omissioni, troppi errori da un lato e poco controllo e pochi risultati dall’altro. Senza contare le diverse vicende giudiziarie che hanno coinvolto il segretario, non ultima la sentenza di condanna in primo grado per non aver rilasciato degli atti amministrativi ad un consigliere di minoranza.
Morale della favola, Maurizio Colacicco, con tutto questo bagaglio di  buono ed onesto lavoro ad Arce,  resta a fare il segretario comunale a Roccasecca, amato ed onorato dalla novella giunta targata Giuseppe Sacco…..
Se non lo ha «scaricato» Giorgio…e non lo «scarica» Sacco, buoni motivi ci saranno….. Ma quali sarabbero ???
T R A S P A R E N Z A !    

Next Page