Crea sito
Showing all posts by Anna Maria Rossini
E’ UN «ACCOLITO», L’ ARTEFICE DELLE GIGANTOGRAFIE DI MAO ALLA CHIESA DI SAN TOMMASO (???)…LA CURIA INDAGA.

Sembrerebbe che sia un insignito del ministero liturgico dell’accolitato, il richiedente le chiavi della Chiesa di San Tommaso al Parroco don Xavier.
E tale richiesta giustificata con una generica esposizione di mostra fotografica.
Il Povero Parroco poteva dire di no a quel richiedente devoto, frequentatore della Chiesa e dedito alle opere buone ed alle cerimonie liturgiche??? Andava mai a pensare che le foto in esposizione, sarebbero state gigantografie di Mao Zedong???
Poteva mai immaginare che il buon cattolico cristiano, servitore di Santa Romana Chiesa, in odore di «Diaconato», andava ad oltraggiare la Chiesa del Beato Dottore Angelico???
Nel comunicato di scuse alla comunità il parroco Don Xavier, aveva detto:-
«sono state esposte indebitamente»…. «Il mio eccesso di fiducia e di disponibilità».
Eccesso di fiducia verso chi???…..ecco che Rumors paesani, pissi… pissi …bau …bau, danno la notizia bomba dell’ «accolito» che avrebbe richiesto le chiavi della Chiesa di San Tommaso, subito concesse dal Parroco… comunque il dubitare di queste voci è d’ obbligo, come d’ obbligo il tacere su presunte indagini della curia sull’ «accolito» che avrebbe ingannato e mancato di rispetto al parroco.
Se vero, perchè nessuno ne ha parlato e ne parla???…. Chi ha interesse a mettere sotto traccia questo fatto biasimevole??? Con questo gesto da «apostata» ha sputtanato la Chiesa, Roccasecca e San Tommaso e merita la giusta punizione.
Intanto, il direttivo della PRO LOCO deve dare le dimissioni, perchè, con la pessima gestione dei soldi pubblici ha arrecato gravi DANNI ALL’ IMMAGINE DI SAN TOMMASO E DI ROCCASECCA

MANCA L’ ACQUA ED I RISTORANTI CHIUDONO … PAESE DA TERZO MONDO….VERGOGNA!

Vista la perdurante crisi idrica che il territorio cittadino sta subendo grazie ad ACEA, si chiede all’ Amministrazione Sacco cosa sta facendo per fronteggiare tale emergenza.
I ristoranti costretti a chiudere e le famiglie in forte disagio perchè ACEA non ha predisposto il servizio sostitutivo di approvvigionamento.
In altri comuni i sindaci hanno emanato ordinanze con numeri a cui telefonare per chiedere l’approvvigionamento a domicilio dell’acqua. Il servizio, è riservato esclusivamente alle categorie sociali protette – anziani, disabili e malati – che sono impossibilitati a raggiungere i luoghi dove il Gestore ha predisposto il servizio sostitutivo di approvvigionamento tramite autobotti. I destinatari sono tenuti a munirsi di adeguati contenitori.
Ed inoltre hanno noleggiato un’autobotte per l’erogazione di acqua non potabile destinata al solo uso domestico. Il servizio, riservato ai casi più critici.
Negli altri comuni, l’ amministrazione è attenta e sensibile …. Roccasecca, purtroppo non è isola felice …… non si esige da ACEA neppure il minimo sindacale (orari di interruzione e autobotti), di che vogliamo parlare?!?
Roccasecca non è un paese normale

DISPREZZANO SAN TOMMASO E L’ EX SINDACO ANTONIO ABBATE, FIGLI ILLUSTRI DI ROCCASECCA.

Palco della musica di Roccasecca

Le due figure di spessore religioso e culturale, San Tommaso e l’ ex sindaco, Antonio Abbate onore e vanto della comunità roccaseccana, in questo periodo, stanno subendo reiterati turpi attacchi dall’ amministrazione in carica e dai «lecchini» di corte- MESCHINI!…GETTATE LA MASCHERA!…CHIEDETE SCUSA!…. STATE SEMINANDO LA CULTURA DELL’ ODIO CONTRO SAN TOMMASO E CONTRO ABBATE
San Tommaso e l’ ex sindaco di Roccasecca, Antonio Abbate, brillano di luce propria, fari che illuminano con le loro opere e la loro storia, chiaramente ognuno con le proprie peculiarità.
Tutti conoscono il Sommo Dottore Angelico, così come, gran parte, conosce il sindaco che ha reso Roccasecca bellissima con le innumerevoli opere artistiche ed architettoniche es. Statua di San Tommaso del Maestro Vangi, il  Palco della musica e tante altre…. ed il recupero e la valorizzazione di quelle già esistenti grazie a San Tommaso Casa e Chiesa di San Tommaso, Chiesa di Santa Croce e la Torre Cilindrica, piu’ conosciuta come « Cannone».
Ed assistere all’ oltraggio di San Tommaso oscurato con gigantografie di Mao Zedong ed alle ingiure che i «giullari» della corte dell’ Amministrazione Sacco quotidianamente rivolgono all’ ex sindaco Antonio Abbate, il miglior sindaco che Roccasecca abbia mai avuto, indigna e non poco.
E’ proprio bizzarro che l’ Amministrazione Sacco, che ad oggi nulla ha prodotto come opere pubbliche, venga osannata dal «NULLA» e per il «NULLA».
I soliti «giullari» capaci solo di gettare fango su Abbate per il costo delle opere tipo il PALCO DELLA MUSICA G.B. Creati.
Ma non sanno i meschini o fanno finta di non sapere, giusto per il gusto di denigrare, che l’ Amministrazione ha sempre dei ritorni economici non indifferenti, da questa bellissima cornice roccaseccana???
Quante bande ha ospitato???? Quanti premi dati su quel palco ai vincitori dei «Memorial Fava»:…Quanti poeti e fini dicitori hanno avuto il loro momento di gloria??? Qunati comizi vittoriosi della lista #Cambiamo???
Lo sa il GHOST di «E’ ora di cambiare», che il prossimo 7 Settembre 2017 ore 21:00 su quel palco intitolato al Maestro Creati si esibirà la FANFARA DELLA LEGIONE DEGLI ALLIEVI CARABINIERI, DIRETTA DAL MAESTRO DANILO DI SILVESTRO ??? 45 militari-musicisti in servizio permanente provenienti dai conservatori italiani???
Tutti apprezzano San Tommaso e l’ ex sindaco Antonio Abbate, tranne i pochi denigratori.
Chiedete scusa piuttosto!

#StopInvasione

Fiuggi (FR), la cittadina che mi ha dato i natali, di cui ne vado fiera, ha dato l’ addio al turismo per l’ invasione Africana,  mettendo in sofferenza albergatori e commercianti.
La cittadina, da vocazione termale, a vocazione «accoglienza nera».
I 300 migranti su 10.500 abitanti hanno dato il colpo di grazi al TURISMO TERMALE.
Altra cittadina della Provincia di Frosiome, invasa dai migranti è Roccasecca, Patria di San Tommaso D’ Aquino.
Mentre per Fiuggi si conoscono il numero degli ospiti, per Roccasecca, circa 7500 abitanti, nessun censimento pare sia stato, fatto eppure pare che siano ben più dei 300.
L’ Amministrazione Sacco tace e la gente mormora, anche se, ad onor del vero alcun alcun fatto eclatante di disordine e conflitto sociale sia avvenuto.
L’ Amministrazione Sacco è quella che tende a non far TRASPARIRE il numero delle presenze africane e incassa 75mila euro per tale accoglienza.
E questo modo di amministrare, a #RoccaseccaLibera non piace

T R A S P A R E N Z A !

E DOPO SAN TOMMASO OLTRAGGIATO, A SAN ROCCO, POCO PROTETTO DALLA MUNICIPALE, RISCHIATA TRAGEDIA.

San Rocco – Roccasecca

Ma cosa sta succedendo a Roccasecca, in questi ultimi giorni???….La cristianità attaccata dalla politica Komunista locale e regionale, quest’ ultima con il suo placet al finanziamento del progetto dissacratorio dell’ illustre Dottore Angelico …..
Il povero umile parroco Don Xavier, innocente ed all’ oscuro dei tale turpe disegno Comunale, costretto a chiedere scusa alla comunità.
#IostoconDonXavier è l`hashtag lanciato dalle pagine di facebook, e tutti noi componenti la Comunità stiamo con Don Xavier che ha dato prova di coraggio ed alto spessore umano e religioso, con la sua onesta e stringata dichiarazione.
Contrariamente, l’ amministrazione Giuseppe Sacco, dopo un arrogante silenzio, un’ arrogante dichiarazione:- Le gigantografie del sosia di Mao alla Chiesa di San Tommaso in Asprano è arte e non sono dissacranti. punto.
Ai concittadini le opportune deduzioni …intanto #IostoconDonXavier.
Passata questa buriana di Mao, ma ancora no, visto che l’ on.le Righini di FdI ha prodotto interrogazione al Governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, un altro «tristo» episodio ha coinvolto la Comunità religiosa roccaseccana.
I festeggiamenti di San Rocco sono stati rovinati dalla mancanza dell’ ordine pubblico che ha messo a rischio l’ incolumità delle persone
Ho ricevuto diverse telefonate da partecipanti alla processione e mi hanno raccontato del caos che pare si sia scatenato a fine della processione con addirittura :- una macchina che si stava portando avanti una mamma con la carrozzina.
Se quanto riferitomi dovesse corrispondere a verità, di certo la responsabilità è del Comando della Polizia Locale, incapace di organizzare il servizio d’ ordine pubblico.
Ma perchè non si utilizzano i vigili Paliotta e Ricci che conoscono bene il territorio, per sorvegliare tali manifestazioni?
Mai a Roccasecca si sono verificati tali incresciosi episodi, forse perchè i comandanti erano esperti così come i vigili.
#RoccaseccaLibera auspica che di tali «tristi» esperienze l’ Amministrazione Sacco ne faccia tesoro per non ripeterle più.

L’ AMMINISTRAZIONE SACCO FA PARZIALE MARCIA INDIETRO SULLE MULTE

Questo cartello NO E` VALIDO PER I RESIDENTI E PER LE ATTIVITA` COMMERCIALI.
Oggi, 17. 08. 2017, la giunta Sacco, si e’ riunita ed ha emesso delibera n 103 con all’ oggetto:- Autorizzazione in deroga disco orario per i cittadini residenti e titolari di attivita’ commerciali ubicati a, Via Piave, Via Risorgimento, P.zza Risorgimento, Via De Gasperi, Via D. Torriero, Via F. Lorini, Via Tagliamento e Via Garigliano.
Come e’ bene ricordare, la blogger Anna Maria Rossini con il post http://blog.pianetadonna.it/annamariarossinii/segnaletica-non-a-norma-multe-nulle/…era intervenuta a gamba tesa in difesa dei cittadini vessati dalle ingiuste, e forse illegittime MULTE, che i nuovi due vigili stanno elevando a manetta nei confronti dei presunti contravventori delle soste presso le zone disco orario di 1 ora.
E, fa enormenete piacere che, per lo meno, i residenti e i negozianti abbiano tratto vantaggio da tale intervento.
In parole povere, i cittadini residenti e titolari di attivita’ commerciali ubicati a, Via Piave, Via Risorgimento, P.zza Risorgimento, Via De Gasperi, Via D. Torriero, Via F. Lorini, Via Tagliamento e Via Garigliano al posto del disco orario devono esporre l’ apposito permesso rilasciato dall’ Amministrazione.
Tale permesso sara’ rilasciato dalla Polizia Locale previa richiesta su modulo specifico autocertoficato, accompagnato da tutta la documentazione in esso richiamato.
Consiglio i residenti ed i titolari delle attivita’ commerciali delle suddette Vie, a recarsi al Comando della Polizia Locale per l’ istruzione della pratica di autorizzazione alla sosta.
Per tutti gli altri, doveroso il rispetto della sosta ad orario, sempre che la segnaletica sia a norma.

IL POVERO PARROCO COSTRETTO A CHIEDERE SCUSA ALLA COLLETTIVITA’!

Alla fine della fiera, chi sta pagando il fio dello scempio della Casa di Dio-Chiesa di San Tommaso è il Parroco don Xavier Razanadahy, da quanto si apprende dal blog di Alessio Porcu. http://www.alessioporcu.it/articoli/mao-scuse-don-xavier-mostra/
I veri reponsabili, Amministrazione Sacco e Pro Loco se la stanno passando liscia rinchiusi nel loro arrogante silenzio.
Loro, che dovrebbero chiedere scusa alla comunità e DIMETTERSI per aver messo in imbarazzo il Parroco e la Chiesa, e per INCAPACITA` MANIFESTA, si difendono strenuamente dalle pagine dei social attaccando spudoratamente chi non c’ azzecca niente, accusandoli addirittura di ristrettezza mentale ed ignoranza, essendo loro illuminati progressisti di sinistra.
Se la Manifestazione «Imagin’Art» sta creando problemi al parroco, la responsabilità è solo la loro visto che l’ artista intervistato, si è espresso così :- «Quando abbiamo discusso l’allestimento dell’opera mi ha stupito positivamente che il sito fosse una chiesa consacrata».
Allora, a chi degli amministratori o del direttivo della Pro Loco è passato in testa di scegliere tale «location»?
Proprio arroganti e presuntuosi, come arroganti e presuntuosi i politici o ex politichini sinistrosi, che per avere qualche like su facebook hanno dette delle enormi falsità sulla Chiesa che, chiusa, e grazie a Mao, riaperta ….. La prima Chiesa di San Tommaso è stata sempre aperta e mai chiusa, accogliente ed inclusiva.
Questa storia di collocare le gigantografie di MAO o pseudo MAO, il sanguinario dittatore persecutore dei cattolici-Cristiani, è stato subdolo attacco Komunista al POTERE DELLA CHIESA e non è cultura.
Roccasecca, culturalmente, il suo faro ce l’ha e non va profanato ed oltraggiato.
Roccasecca ha dato i natali ad uno dei fari dell’umanità, al dottore comune a tutta la Chiesa di Roma – laici o credenti, non ci vuole molto a capire la portata della cosa – Tommaso d’Aquino?
Comunque, bene ha fatto Don Xavier ad inviare alle testate giornalistiche, forse su indicazione del Vescovo, Mons Antonazzo, la ferma autorevole voce della CHIESA :- Le gigantografie di Mao «sono state esposte indebitamente»….. «Il mio eccesso di fiducia e di disponibilità hanno giocato un ruolo decisivo nel causare tale situazione incresciosa».
Don Xavier ha chiesto anche scusa alla collettività cosa che non si sono degnati di fare nè il Sindaco Sacco, nè l’ assessore alla cultura e neppure la Pro Loco.

«STUPRATA» LA CHIESA DI SAN TOMMASO, !

SE VOLEVATE SPUTTANARE ROCCASECCA CI SIETE RIUSCITI BENISSIMO!
Amministrazione Sacco e Pro Loco, avete permesso di oltraggiare la Chiesa di San Tommaso con le gigantografie dei sosia di Mao, .VERGOGNATEVI!
Come si deve vergognare la consigliera pidduina della Regione Lazio, Daniela Bianchi, che, essendo stata invitata ( forse perche’ ha perorato la causa per il finanziamento del progetto) ed avendo partecipato, ha lanciato strali dal blog di Alessio Porcu, contro i critici di tale pseudo arte con queste parole:- sono proprio queste forme di arte che rompono i cliché e gli stereotipi a determinare gli shock di innovazione che possono cambiare il volto di un territorio…..Imagin’Art è stata una mostra fotografica di rara accuratezza e qualità, degna di piazze molto più cool.
Roccasecca non e’ cool, capito??? eggia’ lo diventa solo con Mao al posto di San Tommaso e una stazioncina colorata di Cuba al posto di quella storica e museale di Roccasecca.
Se questi sono i «grandi» fotografi, bene ha fatto il POPOLO DI ROCCASECCA a boicottare la 3 giorni della mostra fotografica MAG’INART 2017.
Dalle foto che circolano su facebook, una trentina di persone all’ inaugurazione e molto meno alla chiusura, altro che le cifre immaginistiche del GHOST di regime (3000- 30.000).
Allora rendete pubblico il libro con le firme dei visitatori, se ne avete il coraggio!
E pensare che questo «schifo» che dileggia Roccasecca ed offende la sensibilita’ di moltissimi, e’ costato ben 20mila euro, mi si accappona la pelle!…. La Pro Loco iniziasse a rendere pubblica la rendicontazione….. cominciasse a dire cosa ci ha fatto con i primi 2000 euro che si e’ gia’ intascato.
E non permetterti, caro presidente della Pro Loco, di sparare «strunzate» come l’obiettivo di promuovere il territorio e valorizzare San Tommaso ed i luoghi a lui dedicati attraverso questa forma di arte…
L’ obiettivo di quelle foto e’ stato uno solo:- SPUTTANARE ROCCASECCA !

SEGNALETICA NON A NORMA ??? MULTE NULLE.

I Vigili, nuovi assunti per due mesi, sono stati sguinzagliati dall’ Amministrazione Sacco a multare i contravventori del codice civile -penale-stradale, con l’ obiettivo, forse, di risanare le rosse casse comunali???.
Ahinoi!…Sembrerebbe proprio di si’, visto che parte delle contravvenzioni elevate concernono le soste selvagge nei pressi di parcheggi con segnaletica ad orario che, tra l’ altro, a loro volta, sembrerebbe, non a norma.
Eppure, si sa a menadito che sia cittadini che le Istituzioni sono tenuti a rispettare le leggi… e come e’ giusto che i cittadini che non le rispettano abbiano la giusta punizione e’ altrettanto giusto che anche l’ Istituzione che sbaglia venga punita.
Purtroppo in Italia funzione cosi’ …esempio roccaseccano:- se il cittadino non rispetta il segnale della sosta di 1h a Via Piave, arriva il Vigile e fa il verbalino ( MULTA) mentre allo stesso Vigile, che, prima di elevare la contravvenzione non si accerta che nel retro di quella segnaletica non ci sono gli estremi dell’ ordinanza di apposizione ex art. 77, co. 7 del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada) non succede nulla.
Cosi` il malcapitato cittadino se vuole avere giustizia, e’ costretto a mettere mano al portafoglio e rivolgersi ad un avvocato per impugnare tale ingiustizia.
Mentre, l’operato di pari gravità del Corpo di Polizia Municipale, nessuno lo sanziona.
E’ appena il caso di far presente che quella segnaletica per sosta regolamenta di un’ora, fu un’ ideona dell’ ex amministrazione Giorgio che l’ attuale Amministrazione Sacco ha ereditato e sta mettendo a frutto, all’ insegna della continuita’.
Ma, almeno, la Giunta Sacco, prima di sguinzagliare i Vigili, ha verificato che la Giunta Giorgio abbia emesso a suo tempo specifica ordinanza ai sensi di legge ???
Se non esiste NULLA, allora quelle MULTE COMMINATE DAI NUOVI VIGILI DOVREBBERO ESSERE ANNULLATE’ D’ UFFICIO!

B A S T A   M U L T E!

ARTE?!?…NO…OLTRAGGIO!…OSCURATI SAN TOMMASO E CRISTO CON GIGANTOGRAFIE DEL SOSIA DI MAO!

La Chiesa di San Tommaso, edificata nella prima metà del XIV secolo, piccolo gioiello in puro stile romanico, incastonata sul Monte Asprano, è stata oltraggiata da pseudo fotografi komunisti.
A volte l’ arte non la si capisce, ma quando si ha l’ ardire di sostituire il Cristo e San Tommaso, con l’ immagine del sosia di Mao Tse-tung , rivoluzionario, politico, filosofo e dittatore cinese, nonché portavoce del Partito Comunista Cinese dal 1943 fino al 1976, allora è chiaro a tutti che non è più arte ….è blasfemia pura .
E l’ Amministrazione Sacco, con l’ avallare quell’ addobbo grottesto, ha dato uno schiaffo alla Chiesa, a San Tommaso ed ai Roccaseccani portando in regressione l’ arte, la cultura, la religione e la storia, con le immagini di un sanguinario violento dittatore.
Gli islamici vogliono togliere i crocifissi dalle scuole ed i Komunisti sostituire i crocifissi con le immagini dell’ ateo Mao.
Con la scusa del Festival della Fotografia, pseudo artisti dello scatto, hanno compiuto simile oltraggio alla Terra di San Tommaso….
Ma chi glielo ha permesso di profanare il luogo sacro??? Il Vaticano forse???La curia vescovile forse??? i parroci, forse??? sicuramente le eccelse menti che hanno organizzato e che si sono cuccati la zupetta con la gestione di 20mila euro.
Insomma, i Roccaseccani li hanno pure pagati per vedere sbeffeggiato ed oltraggiato San Tommaso e di converso loro stessi…
Neanche alla Basilica di San Petronio hanno fatto appendere quell’ obbrobrio fotografico…Doveva venire a Roccasecca a profanare la Chiesa di San Tommaso con l’ immagine di Mao.

MA IL VATICANO DOV’ E’???….

LA CURIA VESCOVILE DOV’ E’???… I PARROCI DOVE SONO???

Next Page