Crea sito
SPESE #IMAGIN’ART…LA PROLOCO NON RENDICONTA, MA ESIGE ALTRI 18MILA EURO CHE LA RESPONSABILE LIQUIDA…..

Senza vergogna!… La Pro Loco, ad oggi, non ha rendicontato le spese sostenute per la manifestazione «Imagin’Art» (quella con le gigantografie di MAO alla Chiesa di San Tommaso ndr) e son trascorsi ben oltre 2 mesi e mezzo.
Come la Pro Loco abbia gestito i 20mila euro di soldi pubblici della Regione Lazio e del Comune di Roccasecca, non è dato sapere ??? e come mai l’ Amministrazione targata Giuseppe Sacco non si è peritata di controllare e richiedere le famose « pezze d’ appoggio» ovvero le fatture che le ditte, gli artisti, gli operai, progettisti, etc…etc, avranno sicuramente emesso al momento della prestazione d’ opera o dell’ acquisto dei materiali???
Ai fini fiscali, se le ditte e/o i prestatori d’ opera non lo avessero fatto, cosa gravissima, e Io non ci credo, si ravviserebbe una becera pratica di istigazione al lavoro ed acquisti in nero, che una Istituzione Pubblica seria non dovrebbe mai perseguire.
Se vero, come è vero, che la mostra si è tenuta ad agosto scorso, anno 2017, che gli artisti hanno prestato la loro opera, come pure gli operai ed altri soggetti che hanno contribuito a creare e rendere fruibile  l’ evento…che la Pro Loco ha acquistato materiale durevole che sarebbe depositato nella così detta «Casa di san Tommaso» in procinto di diventare «Casa di Babbo Natale», cosa osta alla Pro Loco la rendicontazione???
Il materiale durevole è dato forse dalle numerose cornici che hanno incorniciato le opere dei fotografi???? altro???
E quanto la Pro Loco ha speso per le cornici???
Quanto tempo ancora bisogna aspettare per venire a conoscenza di cosa ci ha fatto la Pro Loco con i 20mila euro ???
E’ normale tutto questo traccheggio INTRASPARENTE DEI SOLDI PUBBLICI???
Comunque, ieri, all’ albo pretorio on-line è stata resa pubblica la bizzarra determina n. 58 del 06.10.2017 del Responsabile del III settore, Anna Ricci.
Con tale atto, la responsablie Ricci determina di liquidare in favore dell’ Associazione Pro Loco di Roccasecca la somma di 18.000,00 mila euro (2.000 già erogati) quale saldo delle spese di realizzazione del progetto «Festival Internazionale di Fotografia», come da richiesta prot. n. 1208/2017, con l’ obbligo ….. udite !….udite!…. per la Pro Loco di documentare fiscalmente l’ avvenuto pagamento di tutte le spese effettivamente sostenute…..
Cara responsabile, « le pezze d’ appoggio» la Pro Loco te le doveva fornire già da un pezzo e se non lo ha fatto…. un motivo ci deve pur essere, o no??? Non bisognava mica aspettare l’ avvenuto pagamento _???
Tutta questa INTRASPARENZA non pone certo a favore dell’ Amministrazione targata Giuseppe Sacco.
#RoccaseccaLibera non puo’ sottacere la propria indignazione e invita gli inquilini provvisori di Palazzo Boncompagni a fare chiarezza sul finanziamento di 20mila euro gestito dalla Pro Loco in caso contrario, a rassegnare le dimissioni, per manifesta incapacità

MARSELLLA E DI CIOCCIO, CULTORI DELLA POLTRONA, NO DELL’AMBIENTE! COME SACCO ! L’ UNIONE 5CITTA’ HA GIA’ UN ECOCENTRO costato €1.000.000

ECOCENTRO di proprietà dell’ Unione Cinquecittà

#Roccasecca ha già dato in termini di autoinquinamento ambientale, con MAD e SAF…. #RoccaseccaLibera rende noto che non c’ è alcuna necessità di implementare un nuovo Centro Raccola Rifiuti a Via San Vito, visto che a Piedimonte San Germano esiste un amplissimo ECOCENTRO di proprietà dell’ Unione Cinquecittà di cui Roccasecca è città capofila.
Tale Centro Raccolta, costato 1.000.000,00 di euro, è tato finanziato con fondi europei, come la raccolta differenziata costata 2.500.000 mila euro.
Ed ora #Cambiamo ha deliberato un altro Centro Raccolta comunale….. a che gioco stiamo giocando, sindaco Sacco???
Ora basta! i Roccaseccani, sono stati umiliati ed offesi da Giorgio-sindaco per 15 anni, da tutti i sindaci dell’ Unione Cinquecitta’ ed ora da, un anno e mezzo, anche da Giuseppe Sacco-sindaco che governa all ‘ insegna di #Cambiamo, quest` ultimo (Sacco) già da consigliere di minoranza, con l’ opposizione di facciata.
#RoccaseccaLibera, il Comitato «NO TARSU» ed il Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» sono state le uniche forze oppositive che hanno marcato stretto e lo stanno facendo a tutt’oggi i goveranti cittadini e l’ Unione Cinquecittà denunciandone i soprusi e gli inciuci reclamando ad ogni piè sospinto, TRASPARENZA.
E’ appena il caso di ricordare che dicemmo all’ allora Consigliere di minoranza Giuseppe Sacco, di spiegare ai cittadini di Roccasecca, cosa aveva prodotto pro-Roccasecca durante il suo mandato all’ Unione, quali azioni concrete per difendere Roccasecca dalle fameliche mire poltronistiche del Sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota sempre da lui difeso, sin dall’ inizio da quando ebbe la brillante idea di indire il I° Consiglio dell’ Unione dopo l ‘ auto-esclusione di Roccasecca alla “decisione storica” della Raccolta Differenziata unitaria di Colle San Magno, Aquino, Villa, Piedimonte.
Quel Consiglio Cinquecittà al Comune autoesclusosi fu uno schiaffo, fu inopportuno e solo umiliazione per Roccasecca ed i Roccaseccani, come scrissi nel post che Sacco ebbe l’ ardire di contestarmi dai giornali, solo per difendere il Di Nota.
Quel Di Nota Antonio che durante la sua presidenza all’ UNIONE umiliò Roccasecca con l’ aumento della quota associativa da 1 a 5, portando la quota del Comune di Roccasecca a 40mila euro.
E pure il successore Libero Mazzaroppi, non fu da meno.
Caro Sindaco Giuseppe Sacco, Lei ha il dovere di rispondere a queste domande che i «Liberi e Forti” pongono:
-L’ UNIONE CINQUECITTA’ CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013.2014-2015-2016-2017???
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA ALL’ UNIONE CINQUECITTA’ ?
-INDIRE UN REFERENDUM, SE USCIRE O RIMANERE NELL’ UNIONE
E L’ Unione Cinquecittà spieghi
CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L’ ECOCENTRO?
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO?
– PERCHE’ L’ AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVE, ALLA SOLA ROCCASECCA ?

NON BASTANTE  LA DISCARICA DI CERRETO..SACCO BISSA CON UN «CENTRO RACCOLTA RIFIUTI» SEMPRE IL VIA SAN VITO.

Che brutto destino quello di Roccasecca !… Diventare «pattumiera» che avvelena e sparge MORTE!
E pensare che oggi, grazie ad una maggioranza bulgara, Tommasino Marsella e Fabrizio Di Cioccio, siedono alle poltrone di Palazzo Boncompagni, proprio grazie alla loro fama di ambientalisti.
Sono stati votati per chiudere la discarica di Cerreto.…lo avevavo promesso, urbi et orbi, in campagna elettorale,
Prima delle elezioni, si erano sgolati nelle piazze, unitamente all’ attuale sindaco Giuseppe Sacco, ad urlare a Giorgio:- EMETTI ORDINANZA DI CHIUSURA DELLA DISCARICA! mentre Giorgio nicchiava.
Oggi, che il «cerino discarica» è nelle loro mani non solo non la chiudono ma ne aprono un’ altra e sempre stessa zona martoriata ….ah! come dice la coordinatrice locale di F.I. zona industriale….. sì ZONA INDUSTRIALE DELLA « MUNNEZZA».
E’ stato reso pubblico l’ atto giuntale n.114 del 20.09.2017, con il quale il sindaco Sacco ed assessori, assente l’ assessore all’ ambiente, Tommasino Marsella, hanno deliberato l’ accesso ai fondi regionali (200mila euro) per la realizzazione di un centro raccolta-isola ecologica per il recupero dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, in località San Vito.
Oggi, è stato confermato tale scellerato disegno della Giunta Sacco, dalla determina del Responsabile dei Lavori Pubblici, Manrico Carlomusto, n.277 del 16.10.2017 che sottopone alla giunta il programma triennale delle Opere Pubbliche e al 13 punto figura la realizzazione del Centro raccolta-isola ecologica nell’ anno 2018.
#RoccaseccaLibera chiede all’ amministrazione Giuseppe Sacco, per il bene e la salute dei suoi concittadini, di annullare le predette delibera n,114/2017 e determina n. 277/2017perchè siamo già ammorbati dal tanfo di SAF e MAD….. siamo un territorio avvelenato dalla SAF e dalla MAD,
STOPPARE TALE SCELLERATO ED INUTILE PROGETTO CHE AVVELENA ULTERIORMENTE IL TERRITORIO, GIA’ ABBONDANTEMENTE AVVELENATO DA MAD E SAF.

VORAGINI AL VICOLO PAOLOZZI!….BISOGNA ASPETTARE IL 2019 PER LA RIQUALIFICAZIONE …VERGOGNA DI SACCO-SINDACO!

Questa mattina, una segnalazione che, dai tempi di Giorgio-Sindaco, non arrivava a #RoccaseccaLibera :- un book fotografico delle voragini di Vicolo Paolozzi, con una preghiera, Anna Maria pensaci tu.
La missiva continuava dicendo che il Vicolo è stato ripulito dagli operatori ecologici comunali ma, ripulito mette ben in mostra, tutto il dissesto in cui versa e chi è costretto a transitare quotidianamente ivi, come bimbi accompagnati dalle mamme alla Scuola Materna,deve fare molta attenzione alle buche, che sono diventate tante e profonde.
E’ vero che non è responsabilità dell’ Amministrazione Sacco se Vicolo Paolozzi è costellato da «Voragini» avendole ereditate dall’ amministrazione precedente, ma in un anno e mezzo poteva certo metterci qualche toppa, però.
Intanto, più di una persona ha inciampato con il piedino nella buca che gli ha procurato, ringraziando Dio, solo dolore, ma nulla di grave.
Poichè il Responsabile dei Lavori Pubblici, ha programmato proprio in questi giorni la riqualificazione di Via Severino Gazzelloni e Vicolo Paolozzi nell’ anno 2019 con una copertura finanziaria di 150.000,00 euro, significa che le buche-voragini non verranno per lo meno tappate???
Poichè precipuo compito di una Amministrazione virtuosa è investire in sicurezza, almeno tappare le buche di Vicolo Paolozzi!

UN SINDACO SERIO NON DA’ FAKE NEWS … MA, PER CASO, IL SINDACO SACCO E’ GIA’ ALLA FRUTTA, DOPO SOLO 16 MESI DI MANDATO?!!

La TORRE CILINDRICA e la CHIESA DI SANTA CROCE ristrutturate dall`ex Sindaco ANTONIO ABBATE

Il sindaco Giuseppe Sacco, ha postato, sulla sua pagina personale di facebook, un elenco di presunte attività di 16 mesi di mandato del suo sindacato, peccato che ci siano moltissime fake news…. «Qui Prodest»???
Cosa abbia spinto l’ attuale primo cittadino di Roccasecca ad ascrivere all’ amministrazione di #Cambiamo, opere progettate ed eseguite dagli ex sindaci Giovanni Giorgio e Antonio Abbate durante il loro sindacato, non è dato sapere.
Se poi per ristrutturazione intende, tinteggiare, decespugliare e sistemare le suppellettili, allora lo ha fatto veramente, ma questa si chiama Fare pulizia non si chiama Ristrutturare ,,,, Non dica, quindi, di aver Ristrutturato l’ asilo centro, la casa San Tommaso, la sala convegni ex seminario, la torre cilindrica, la chiesa Santa croce che sono TUTTI PROGETTI dei predecessori sindaci citati.
Fiore all’ occhello, Apertura via Fermi, sì, ma solo taglio del nastro… il progetto, la ditta appaltata per i lavori, la ditta esecutrici, OPERA dell’ ex sindacatura Giorgio.
E poi, esenzione della TARI alle famiglie con portatori di handicap ….ma quale esenzione ?!? … solo una riduzione del 50% che poi avete ulteriormente ridotto al 30%
Questa sequela di fakenews. proprio oggi …perchè???. Forse perchè #RoccaseccaLibera ha contestato all’ assessore all’ ambiente, Tommasino Marsella, le continue e reiterate assenza dai lavori giuntali come del resto ha fatto l’ ex Sindaco Antonio Abbate…
O vorrebbe essere una risposta all’ interrogazione del consigliere di minoranza, Abbate???
Sindaco Sacco, risponda seriamente al predetto, perchè i soldi sono pubblici e dovete rendere conto alla collettività.
CON TUTTE QUESTE MISERE CHIACCHIERE DA BAR non ammosciate nessuno  · Istituzione coordinamento Sindaci per politiche ambientali.
· Blocco rifiuti da Roma e da fuori provincia dal 1.1.2018 (risultato storico in assemblea sindaci)
· Stipula convenzione università per indagine ambientale
· Istituzione principio di precauzione per divieto ampliamento impianti discarica.
· Stipula contratto di fiume per il MELFA.
Le suddette Chiacchiere, solo per avere qualche like su facebook ma che non hanno prodotto NULLA, alcun riscontro alla risoluzione delle problematiche ambientali….. anzi, dobbiamo dirla proprio tutta, con le predette attività, avete solo SPERPERATO IL PUBBLICO DENARO.
Tutto il resto, normalissima amministrazione di cui bisogna aspettare per avere riscontro. ..
«Non dire gatto se non ce l’ hai, (nel) Sacco»!
Tutti i comparti, o sono nella «melma stagnante», (tipo il comparto ambiente e rifiuti) o in attività disintegrate e fallimentari ( tipo comparto economico) e poi LL.PP e Urbanistica, pianto greco.
Comunque per l ‘ onestà intellettuale che mi contraddistingue, salvo il comparto della cultura che ha lavorato incessantemente e prodotto risultati visibili.
Con la costante presenza, il vice sindaco Valentina Chianta, ha dato un segnale forte di buona volontà, costanza e dedizione al lavoro di « assessore».
Sindaco Sacco! riveda quell’ elenco di fake news, con verità e TRASPARENZA, iniziando proprio dal rendere pubbliche le 31 delibere di giunta che sono «inquattate»

Apertura via Fermi
· Ristrutturazione asilo centro
· Ristrutturazione casa San Tommaso-
· Ristrutturazione sala convegni ex seminario
· Ristrutturazione torre cilindrica
· Ristrutturazione chiesa Santa croce
· Restauro affreschi eremo Sant’Angelo
· Realizzazione piano protezione civile
· Istituzione APP comunale per richieste certificati e segnalazioni (uno dei primi comuni in Italia).
· Istituzione Protezione Civile intercomunale
· Esenzioni portatori handicap X mensa
· Istituzione ticket per mensa
· Istituzione corso scolastico indirizzo musicale
· Esenzioni famiglie portatori handicap X Tari
· Interventi di contrasto alla povertà e sia
· Realizzazione progetto videosorveglianza.
· Istituzione coordinamento Sindaci per politiche ambientali.
· Blocco rifiuti da Roma e da fuori provincia dal 1.1.2018 (risultato storico in assemblea sindaci)
· Stipula convenzione università per indagine ambientale
· Istituzione principio di precauzione per divieto ampliamento impianti discarica.
· Stipula contratto di fiume per il MELFA
· Miglioramento viabilità, decoro, pulizia urbana e cimitero (mai come oggi)
· Sistemazione Via Rivolta (completamente asfaltata).
· Disinfestazione (3 volte quest’anno) anche nelle periferie (mai accaduto)
· Tagli di spesa ed eliminazione sprechi (mai accaduto)
· Riduzione settori, risparmio di spesa e riduzione deficit
· Finanziamento ristrutturazione piazza caprile (ottenuto)
· Finanziamento rete imprese (ottenuto)
· Finanziamenti manifestazioni estive (ottenuti) ed eventi (festival ed altro) non più a carico dei cittadini (mai accaduto).
· Adesione GAL
Senza contare che è in corso all’Unione l’ultimo atto della gara per l’affidamento della “piscina coperta”; che è in pubblicazione la manifestazione di interesse per il “parcheggio stazione”; che sono in atto gli espropri per la realizzazione del “depuratore”; che è in via di ristrutturazione la “casa cantoniera”.

TANTI EMOZIONATI GRAZIE! …IL BLOG DI ANNA MARIA ROSSINI VI ASPETTA SEMPRE E PIU’ NUMEROSI !

Ieri con i POST 1  http://blog.pianetadonna.it/annamariarossinii/l-assessore-marsella-e-un-assenteista-che-riceve-piena-indennita-di-carica-sindaco-sacco-perche-non-lo-richiama-ufficialmete/     POST 2 http://blog.pianetadonna.it/annamariarossinii/il-sindaco-sacco-non-ne-azzecca-una-due-ordinanze-di-sgombero-africani-due-boomerang-con-solo-sperpero-di-pubblico-denaro/   il blog è stato visitato da 214 naviganti con 458 pagine visitate, facebook, i predetti post hanno avuto più di 2000 visualizzazioni.
Che dire??? sono orgogliosa di curare questa piccola nicchia di politica ed attualita’ di Roccasecca, d’ intorni e non solo,
Nicchia che di giorno in giorno, di anno in anno ha ricevuto sempre piu visitatori e sempre piu’ apprezzamenti.
A Roccasecca mancava chi raccontasse in modo spassionato, libero ed indipendente le vicissitudini politico-amministrative ….. le battaglie di Comitati «No Tarsu»….«Basta Eternit-Fibra Killer»…. «Coordinamento Emergenza Rifiuti del Basso Lazio»…. «Roccasecca Libera».
Comunque, i lettori che commentano sono per la maggior parte stranieri, che non si risparmiano lodi al blog, alla blogger e al web master .
«Il Blog di Anna Maria Rossini» e’ una bellissima realta’, cos’ dicono, ma i roccaseccani si fiondano a leggere ma non commentano….
Comunque, a tutti

Grazie! Grazie! Grazie!

L’ ASSESSORE MARSELLA E’ UN ASSENTEISTA CHE RICEVE PIENA INDENNITA’ DI CARICA !….Sindaco Sacco. perchè non lo richiama ufficialmente ?!?

Tommasino Marsella

Sindaco Giuseppe Sacco, perchè pagare l’indennità ad un assessore che diserta con sistematicità i lavori della giunta???….. Chiarisca!
Ormai è di dominio pubblico…Il delicato comparto delle politiche ambientali versa in una «melma stagnante », senza un NULLA DI FATTO, perchè l’ assessore al ramo non partecipa alle riunioni giuntali con idee e progetti, da quando si è insediato al Palazzo Boncompagni.
L’ assessore Tommasino Marsella, al pari del suo sodale, Fabrizio Di Cioccio, finchè poteva fregiarsi del titolo di ambientalista, urlava e sbraitava nelle piazze parole indicibili contro l’ ex sindaco in carica.
Ora che, a pieno titolo, i due potrebbero risolvere i ben noti, annosi e deleteri problemi ambientali che attanagliano Roccasecca, NULLA FANNO.
In parole povere, non riescono a dimostrare la valenza decisionale, dopo l’ onorato lavoro ventennale di ambientalisti.
Eppure l’ indennità di carica ce l’ hanno e se la cuccano sana…sana….
In un anno e mezzo di sindacatura Sacco, l’ assessore Marsella non ha partecipato alle delibere di giunta, non per 50 su 80 volte, come sostiene Abbate, ma è stato assente a più del 40% delle sessioni della giunta Sacco pubblicate  che ammontano a ben 118-
Questa situazione rappresenta, di conseguenza, anche dal punto di vista economico un palese danno alle casse comunali dovendo retribuire l’assessore per un lavoro che a tutti gli effetti non è svolto come si dovrebbe.
Se l’ assessore Marsella, come da lui dichiarato, non puo’ adempiere al ruolo, perchè impegnato con il lavoro dipendente che gli serve per «campare la famiglia»farebbe bene a dimettersi e lasciare il posto a chi ha più tempo per il «bene comune».
I 4.560 euro annui, se per lui sono un arrotondamento, per un altro più operoso, potrebbero costituire una necessità di sopravvivenza….non glielo ha mica ordinato il dottore di fare l’ assessore all’ ambiente??
Oppure ci tiene a mantenere la carica per qualche strategica sostituzione di qualche collega con qualche problemino di compatibilità???
Che, per caso, la giunta Sacco sta traballando???Crisi di governo???
#RoccaseccaLibera chiede al Sindaco Sacco ed alla giunta, di chiarire alla cittadinanza quanto tempo ancora sono disposti tollerare un assenteista che viene “profumatamente” stipendiato dalla collettività.

IL SINDACO SACCO NON NE AZZECCA UNA… DUE ORDINANZE DI SGOMBERO AFRICANI .. DUE BOOMERANG CON SOLO SPERPERO DI PUBBLICO DENARO.

Le strategie messe in campo dalla giunta capitanata da Giuseppe Sacco, vuoi in materia ambientale, vuoi in materia di rifiuti, e vuoi per gli IMMIGRATI, allo stato dell’ arte, si sono rivelare TUTTE FALLIMENTARI con solo dispendio di PUBBLICO DENARO.
Come con Giorgio, anche con Sacco solo gli avvocati si impinguano con cause perdenti.
Come con Giorgio, anche con Sacco, gli atti amministrativi non vengono pubblicati all’ albo pretorio con correttezza e sistematicità….la prova???…. oggi pubblicata la delibera di giunta n. 32 del 06.03.2017 con la quale si autorizzava il sindaco a costituirsi in giudizio dinanzi al TAR del Lazio per contraddire al ricorso proposto da EUREKA srl ( la società che gestisce i migranti di Via Santa Maria Nuova.-proprietà di un dipendente comunale) contro l’ ordinanza sindacale di sgombero n. 131 del 22.11.2016.
E chiaramente, dando l’ incarico all’ avv. Silvia Rezza con un carico di spesa legale € 3.500,00 oltre gli oneri di legge.
Per la precedente ordinanza dello sgombero dell’ agriturismo Monte Asprano, era stato dato l’ incarico all’ avv. Renato Ciamarra, con un carico di spesa legale di € 4.418,22, come da DEL. DI GIUNTA NUMERO 1 DEL 09. 01.2017.
Rimember agli smemorati, che quest’ ultimo, ha vinto la causa ed il Comune di Roccasecca soccombente e condannato anche alle spese legali di € 1.500,00.
E la Rezza ha vinto o ha perso ??? In attesa di conoscere l’ esito, allo stato di fatto, ci siamo «fumati», per ora, circa 10mila euro in avvocati per la STRATEGIA FALLIMENTARE IMMIGRATI della Giunta Sacco mentre Roccasecca continua ad essere INVASA da AFRICANI.
E, a proposito di delibere di giunta, questa mattina sul quotidiano «La Provincia» ho letto di una interrogazione del consigliere di minoranza, Antonio Abbate, che quantizzava le presenze dell’ assessore all’ ambiente ai lavori della Giunta in 50 su 80.
Il consigliere Abbate chiaramente si riferiva al numero delle delibere pubblicate ed oltretutto quantizzandole per difetto (sono 87 e non 80).
Per quanto mi costa, la Giunta Sacco ha emesso 118 delibere di cui 31 non pubblicate all’ albo pretorio on line ….. e quindi, l’ assessore all’ ambiente assente non solo 50 ma chissà quante altre volte.
Quindi, #RoccaseccaLibera invita il consigliere Abbate a richiedere la PUBBLICITA’ DI LEGGE alle 31 delibere di giunta « inquattate», come quella di cui al conferimento dell’ incarico all’ avv. Silvia Rezza di cui sopra a cui è stata data la pubblicità di legge solo oggi e di cui si sconosce l` esito.

IL FASCICOLO NON ARRIVA, MA LA PAZIENZA HA UN LIMITE! CARI Sindaco, Segretario, Comandante P.L. e Resp.le Ufficio Tecnico!.

Una richiesta di accesso agli atti di Anna Maria Rossini, è stata reiterata più volte , nell’ arco temporale di circa 2 anni e mezzo, ma l’ Ufficio Urbanistica, il Segretario Comunale, il Sindaco e la Polizia Locale, inerti, hanno risposto con lettere dilatorie.
Addirittura, il Resp. dell’ Ufficio Urbanistica, serafico Rispondeva:-NON TROVO IL FASCICOLO E LO STO CERCANDO.
Ma che, per caso, ho l’ anello al naso ??? Insomma con tale risposta voleva «menar il can per l’ aia».
Ma la pazienza ha un limite! e preso nuovamente carta e penna, ai predetti, e per conoscenza alla Procura della Repubblica Tribunale di Cassino, questa mattina ho intimato di rispondere nell’ arco di tempo di 7 giorni, ai sensi del DLg.vo FOIA.
E’ arrivato il momento della verità sullo stato dell’ arte della documentazione richiesta, e se prodotta denuncia di FURTO e/o SMARRIMENTO.
Questa situazione si sta incancrenendo, e certamente non sono più disposta a sopportare tale sopruso, visto il fatto gravissimo che, con quegli atti, il Comune di Roccasecca aveva architetatto un abominevole impianto accusatorio di presunto abuso edilizio.
Se tutti i rapporti cittadino-Istituzione, sono del tipo testè descritti,

che RAZZA DI PAESE E’ DIVENTATA ROCCASECCA CON #CAMBIAMO ???

QUELLA PORTA DI VETRO CHE DETURPA IL PALAZZO BONCOMPAGNI!….MENTRE LA RINGHIERA TRABALLA !

Il Palazzo Boncompagni, patrimonio storico ed architettonico, scelto come sede del Comune di Roccasecca, in questi giorni, con la nuova amministrazione #Cambiamo è stato deturpato da una bruttissima moderna porta di vetro, per tenere lontani i cittadini dagli Uffici del Segretario Comunale, assessori e sindaco.
Insomma, gli inquilini provvisori del Palazzo, con tale opera scellerata, hanno volute erigere una specie di MURO una vera e propria barriera tra le ISTITUZIONI ed i CITTADINI.
Cosa rappresenta questa genialata dell’ Amministrazione Giuseppe Sacco, se non questo???e se caso mai ci dovessero essere altri motivi, abbia il coraggio di renderli pubblici.
E pensare che l’ ex sindaco arch. Antonio Abbbate, nei lavori di ristrutturazione post terremoto 1984, si era premurato di non stravolgere l’ opera dei conti Boncompagni con assurdi interventi deturpanti, come fatto dal1′ attuale sindaco avv. Giuseppe Sacco, avendo curato nei dettagli il ripristino, riportandolo allo stato dell’ arte.
E nel mentre, l’ Amministrazione Sacco sperpera i soldi in opere inutili…si inutili ..perchè la privacy del segretario, degli assessori e del sindaco era già ben protetta con porte in legno, la ringhiera delle scale di accesso, sempre del Palazzo, traballanti mettenti a rischio l’ incolumità dei visitatori.
Forse non se ne sono resi conto gli inquilini provvisori di Palazzo Boncompagni, perchè prendono l’ ascensore???
#RoccaseccaLibera invita l’ Amministrazione Sacco a proteggersi di meno loro dal disturbo dei concittadini ed a proteggere di più i concittadini, rendendo le scale più sicure .

Next Page