Angela Bellomo alla Chaine des Rotisseurs Como

Una crezione firmata Angela Bellomo all’evento “La Chaîne des Rotisseurs Como” a Villa Sormani Marzorati Uva a Missaglia.

La stilista Angela Bellomo veste Elisa Egger, figlia di Cristina Vittoria Egger, che presiede la Chaine Como, durante il debutto dell’evento: “La Chaîne des Rotisseurs Como” che si è tenuto una decina di giorni fa a Villa Sormani Marzorati Uva a Missaglia in provincia di Lecco. La fanciulla ha incantato i presenti sfoggiando un outfit che si ispira all’eleganza e alla semplicità firmata Angela Bellomo, indossando un abito lungo dal colore lilla confermando l’unicità e la particolarità del made in Italy firmato dalla stilista.
La stilista Angela Bellomo ha donato l’abito in occasione di una tombola charity organizzata da Bailli Cristina Vittoria Egger e dal suo vice Bailli il Conte Alberto Uva a favore degli ordini dinastici della Real Casa Savoia
Si è trattato di un gran galà dove l’antica cucina Sabauda ha incontrato diversi mondi partendo da quello della moda couture abbinata alla beneficenza, continuando con il mondo degli accessori, dell’arte, dei gioielli e concludendo infine con il mondo del design, evento organizzato da Cristina Vittoria Egger (volto noto nel mondo del lusso e dell’alta moda), che presiede la Chaine Como.
Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs, è una delle più autorevoli e prestigiose associazioni gastronomiche internazionali, si occupa della divulgazione della cultura gastronomica promuovendone i valori fondamentali e facendoci gustare il piacere della tavola ed assaporare il valore dell’amicizia.
La stilista Angela Bellomo si è detta felice di partecipare ad un evento di questo livello che ha visto personaggi della nobiltà lombarda e dell’alta finanza, donando un abito della sua collezione, in un contesto particolare come quello di Villa Sormani, alla presenza di personaggi del mondo del fashion, dello spettacolo, del design e dell’arte. La scelta è ricaduta su Elisa Egger, figlia di Cristina Vittoria Egger, una bellezza semplice e al tempo stesso raffinata che rispecchia il mood firmato Angela Bellomo.
Concludiamo dicendo che bagliori inebrianti di luci, colori, suoni languidi, lontani nella notte piena di stelle hanno fatto il resto rendendo la serata indimenticabile.

Precedente I Viticci all'Impruneta Successivo Irene Pivetti e Angela Bellomo....eleganza e style alla prima de La Scala